Inter, Karamoh sorprende: sarà l'arma in più per la Champions?

Commenti()
Yann Karamoh, lanciato come titolare contro il Cagliari, ha stupito ancora una volta per intraprendenza e tecnica. Spalletti lo utilizzerà di più?

Richiedi online db contocarta Inter e vinci Inter-Juve!

Già all'inizio del girone di ritorno Yann Karamoh aveva fatto intravedere tutte le sue qualità, firmando ad esempio la vittoria contro il Bologna con un gran goal. L'Inter poi negli ultimi due mesi ha trovato la quadratura del cerchio con un modulo ben preciso (il 4-2-3-1) e determinati uomini (Perisic e Candreva nuovamente in forma e indiscussi titolari). Inevitabilmente il talento francese è uscito un po' dalle rotazioni.

Contro il Cagliari però, complice una condizione non ottimale di Candreva, Luciano Spalletti ha dato nuovamente una chance da titolare a Yann Karamoh sulla fascia destra. Il classe 1998 non è riuscito a segnare, divorandosi anche due goal che sembravano fatti, ma ha illuminato San Siro con giocate di qualità, sorprendendo anche per corsa, voglia di fare ed inserimenti in area di rigore (quello in cui Candreva è mancato per tutta la stagione).

Karamoh PS

Luciano Spalletti a fine partita ha dato sia il bastone che la carota al suo giocatore, con queste parole: "Sicuramente stiamo parlando di uno forte, dal punto di vista dell'estro ti lascia lì. Poi risulta difficile inquadrarlo dal punto di vista del ragionamento, molte volte si assenta dalla partita.

Però al pubblico piace, nonostante vada responsabilizzato tatticamente. Deve migliorare parecchio anche sull'aspetto del cinismo sotto porta. Una cosa è certa, il colpo di tacco fatto contro il Cagliari non lo deve fare mai più de vuole diventare un campione".

La sensazione è che Yann Karamoh possa rappresentare l'asso nella manica dell'Inter in questo finale di stagione, per la corsa alla Champions League. Sicuramente in partite blasonate e complicate come contro Lazio e Juventus, difficilmente Spalletti rinuncerà ad uno come Candreva a favore del giovane francese.

Ma ad esempio in partite presumibilmente chiuse e bloccate come contro Chievo, Sassuolo e Udinese, l'ex Caen potrà essere la variabile impazzita, l'uomo in grado di saltare l'uomo, di provare la conclusione da fuori e di buttarsi in area con tutta la spensieratezza di un ragazzo di 19 anni.

Le buone notizie però non riguardano solo il presente per l'Inter: un ragazzo come Karamoh, che a soli 19 anni mostra margini di crescita enormi, potrà essere utile soprattutto nelle prossime stagioni. A patto che tutto l'ambiente sia in grado di farlo maturare lentamente, senza troppe pressioni sulle spalle. I colpi per diventare grande ci sono tutti...

Prossimo articolo:
Marsiglia-Lazio: numeri e curiosità
Prossimo articolo:
Napoli-Roma: numeri e curiosità
Prossimo articolo:
Lazio-Inter: numeri e curiosità
Prossimo articolo:
Milan-Betis: numeri e curiosità
Prossimo articolo:
Empoli-Juventus: numeri e curiosità
Chiudi