Inter ferma al palo: tifosi infuriati con Suning

Commenti()
Getty Images
L'Inter non riesce a chiudere l'operazione Pastore, né tanto meno quella per un centrocampista. I tifosi si sfogano contro Steven Zhang sui social.

Volete una dimostrazione pratica della condizione attuale dei tifosi dell'Inter? Semplice, basta andare sul profilo Instagram di Steven Zhang, che rappresenta la proprietà cinese, e guardare i commenti sotto l'ultima foto postata. Insulti come se piovese. Dal classico "tornatene in Cina!" al più fantasioso "Se ti vendevi la macchina saremmo riusciti a comprare Pastore!".

Insomma, tra i nerazzurri c'è una frangia anti-Suning corposa come non mai in questi due anni. Il motivo è scontato ed è da ricondurre ai mancati investimenti. A prescindere dai paletti del fairplay finanziario e dalle restrizioni del governo cinese, tutti si aspettavano qualcosa in più.

Nella giornata di ieri, verso l'ora di pranzo, è sfumato definitivamente Javier Pastore. Poi si sono fatti tentativi last-minute per arrivare a qualche centrocampista. Nei giorni passati è saltato l'acquisto di Ramires, per altro in forza allo Jiangsu (i tifosi tutt'ora non si spiegano come sia possibile che non sia arrivato). Il mercato in pratica si è chiuso con l'acquisto di Rafinha di qualche giorno fa.

Quanto meno, anche se ancora non certa come operazione, l'Inter ha posto una seria ipoteca sulla conclusione della trattativa riguardante Lautaro Martinez, per fine stagione. Mentre proprio sul gong, Pinamonti ha deciso di rifiutare l'offerta del Sassuolo (Ausilio e Sabatini lo avevano già praticamente venduto per quasi 8 milioni).

A fine giornata ha parlato Piero Ausilio, allargando le spalle, ponendo con forza fiducia verso la squadra attuale e verso alcuni giocatori fin troppo discussi, come Brozovic. Ma il problema resta e la domanda è la seguente: riuscirà Luciano Spalletti a raggiungere la Champions League con questo materiale a disposizione? Solo il tempo ci potrà dare una risposta.

Chiudi