De Rossi svela il suo sogno: "Voglio allenare il Boca Juniors"

Commenti()
Daniele De Rossi Boca Almagro Copa Argentina 13082019
Marcelo Endelli/Getty Images
Daniele De Rossi parla del suo amore per il Boca Juniors e ammette: “Voglio tornarci per allenarlo, è questa la mia idea”.

E’ approdato al Boca Juniors nell’estate del 2019 dopo 18 anni di militanza nella Roma e sebbene quella con gli Xeneizes sia stata un’avventura breve, l’ultima di un’incredibile carriera prima del ritiro, a Buenos Aires ha lasciato una parte di cuore.

Daniele De Rossi ha impiegato pochi mesi (e sette sole partite tra campionato e coppe) a diventare un idolo in Argentina e parlando a La Nacion, ha ricordato il rapporto che lo lega ad un club ed una terra che l’hanno comunque fatto sentire a casa.

“E’ stata un’esperienza incredibile, ma molto, troppo breve rispetto a quello che avrei voluto. Breve, ma intensa, molto forte. Non ero abituato a cambiare posto, figuriamoci Paese. La prima volta che mi trasferisco, vado dall’altra parte del mondo dove nessuno mi conosce. In Italia in tanti mi dicevano di non venire in Argentina, perché era pericolosa, ma io ho fatto una scelta e ne sono stato felice. Mi mancava però mia figlia maggiore, aveva bisogno di me”.

De Rossi ha deciso di far ritorno in Italia poco dopo l’inizio del 2020 per stare vicino alla sua famiglia.

“Non dico bugie, non lo faccio in un Paese che non è il mio. Non mi perdonerei mai se usassi mia figlia come una scusa. Già a novembre decisi che dovevo tornare: mia figlia mi mancava molto. Ho dovuto far ritorno a Roma”.

Quello con il Boca Juniors è però un rapporto che non si è interrotto.

“Devo tornare in Argentina come turista e per ringraziare le persone che mi hanno aiutato tanto. Ho anche in testa l’idea di tornare al Boca per essere il suo allenatore. Potrei essere l’ultimo della lista, ma la mia idea è quella. Se le cose fossero andate bene, avevo già un accordo con Nicolas Burdisso sul fatto che avrei iniziato la mia carriera da tecnico nelle squadre inferiori del Boca. Il giorno in cui ho firmato la risoluzione ero alla Bombonera ed alzando la testa ho visto la Copa Libertadores in vetrina. Mi sono detto “Non ho dato quello che potevo da calciatore, ecco perché voglio tornare come allenatore, questa è la mia squadra del cuore”. Il mio desiderio è quello di guidare il Boca ed ho già detto a Paolo Goltz che lo voglio come mio assistente”.

Sebbene non abbia ancora iniziato la carriera da allenatore, il nome di De Rossi è già stato accostato anche a quello di importanti club italiani.

“Ho preso qualcosa da tutti gli allenatori che ho avuto, anche le cose che penso che non siano buone. Non voglio commettere i loro stessi errori. Sono stato fortunato, ma non vuol dire che sarò un buon tecnico. Io mi sento pronto. Facciamo già riunioni con il mio staff tecnico. Anche se siamo ancora senza squadra, già lavoriamo insieme, guardando il calcio da un lato che non avevo mai visto. Non ho fretta, ma è una cosa che voglio fare davvero e ne sono entusiasta”.

Chiudi