News LIVE
Calciomercato

Ausilio sul mercato dell'Inter: "Lautaro via solo per la clausola, Werner non arriva"

14:48 CEST 29/05/20
Piero Ausilio Inter
Piero Ausilio sul mercato dell'Inter: "Werner non arriverà, Tonali ci piace. Icardi? Troveremo la soluzione. Mertens? C'è stato un contatto".

La Serie A ha pianificato la ripartenza ed è anche tempo di tornare a parlare di calciomercato. Su questo fronte Piero Ausilio ha fatto il punto in casa Inter tra possibili acquisti e giocatori attualmente in prestito. Da Icardi a Lautaro Martinez, passando per Werner e Tonali: tanti nomi toccati dal dirigente nerazzurro.

Ai microfoni di Sky Sport Ausilio ha subito fatto chiarezza sulla questione Mauro Icardi:

"So che il ragazzo ha piacere a restare a Parigi. C'è un'opzione che il Psg può esercitare e che scade il 31 maggio. C'è una cifra che è stata condizionata evidentemente dall'emergenza sanitaria, vedremo. Con Leonardo parliamo spesso e so che il giocatore ha firmato un contratto che prevedeva la possibilità di restare lì. Troveremo una soluzione".

Lautaro Martinez è al centro del mercato europeo con il forte corteggiamento del Barcellona, confermato dallo stesso Ausilio:

"Su Lautaro c'è una clausola impegnativa, è l'unica strada per portarlo via. Non stiamo discutendo questo tema con nessuno perchè puntiamo su di lui. Molte società mi hanno contattato, la più decisa è il Barcellona, ma noi non vogliamo venderlo, la clausola è valida fino al 7 luglio. L'Inter non ha necessità di vendere, né vuole vendere i suoi migliori giocatori, ma vuole rinforzarsi".

Il tema dei prestiti diventa delicato in seguito alla sospensione dettata dall'emergenza sanitaria, tra scadenze che probabilmente non verranno rispettate e nuovi accordi:

"Abbiamo ottimi rapporti con Perisic e il suo entourage e con lo stesso Bayern per cui abbiamo deciso che ne riparleremo più avanti. Nainggolan? E' una situazione diversa perché innanzitutto non ci sono opzioni, quindi Nainggolan tornerà certamente all'Inter. Poi valuteremo il da farsi insieme al giocatore e all'allenatore. Abbiamo dei giocatori da altre squadre e vogliamo finire la stagione con loro. L'unica cosa che posso dire di ufficiale è che abbiamo esercitato l'opzione per Young e parleremo presto con il Chelsea".

Tanti nomi sono invece stati accostati alla causa nerazzurra per quanto riguarda il mercato in entrata:

"Tonali ha sicuramente le qualità per giocare nell'Inter, non so se ha la qualità economica per esere acquistato. I parametri li ha tutti per essere un giocatore nerazzurro, ma non conosco quelli di Cellino. A noi Werner è sempre piaciuto ma non verrà, conosco i motivi e sono vari, conosco l'opinione del ragazzo e del suo entourage. E' vero ha una clausola ma non arriverà. Cunha? Ci interessa, lo stiamo seguendo".

In secondo piano invece i nomi di Edinson Cavani e Arturo Vidal riguardo un eventuale ritorno in Serie A:

"Cavani non è una priorità semplicemente perché il nostro parco attaccanti è formato da Martinez, Lukaku e Sanchez. In più c'è Esposito che è bravo ma è giovanissimo e vedremo se mandarlo a fare esperienza. Vidal invece non è un'opportunità. Il nostro centrocampo è forte e vogliamo migliorarlo attraverso la crescita di talenti come Barella e Sensi. E poi c'è Eriksen che ha solo bisogno di tempo per ambientarsi al meglio".

Capitolo a parte invece quello su Dries Mertens, che ha recentemente trovato l'accordo con il Napoli per il prolungamento del contratto:

"Ho un ottimo rapporto con Giuntoli, so che Marotta ha anche chiamato De Laurentiis. Un contatto c'è stato, era un giocatore in scadenza quindi ha avuto delle possibilità e c'è stato un contatto molto recente. Se è rimasto, sono contento per lui, mi è sempre stato detto che la sua priorità era di restare quindi non ho capito tutto l'interesse mediatico su Mertens all'Inter".

Infine una panoramica sul calciomercato che vivrà l'intero panorama calcistico europeo:

"Prezzi bassi non ce ne sono. Anzi alcuni sono anche aumentati. Sembra che ognuno abbia paura a fare il primo passo, avverto preoccupazione. Penso che si andrà per le lunghe e i fuochi d'artificio si faranno a settembre".