Notizie Risultati Live
NxGn

Gigio vince NxGn, Antonio Donnarumma: "Ha una personalità incredibile, in campo e fuori"

13:58 CET 22/03/17
Antonio Donnarumma
ESCLUSIVA - Intervista ad Antonio Donnarumma, oggi all'Asteras: "Gigio tifa Milan sin da piccolo anche grazie a me, ha una personalità incredibile".

Una famiglia di portieri, a tinte rossonere: in casa Donnarumma i guanti sono un oggetto sacro, il mezzo attraverso cui trasformare i sogni in realtà. E se oggi i riflettori sono principalmente puntati su Gigio è anche merito di chi ha ispirato il giovane campione del Milan, vincitore di NxGn, a intraprendere questa strada: suo fratello Antonio, che come Gigio ha lasciato Castellammare di Stabia a 14 anni per vestire la maglia rossonera.

“Quando sono andato via di casa Gianluigi era piccolissimo - racconta in esclusiva a Goal l'attuale portiere dell'Asteras Tripolis - Mi vedeva giocare, guardava le partite del Milan e già da piccolo è diventato tifoso rossonero anche per questo. Magari poi gli portavo i pantaloncini, le magliette della squadra, quindi già da piccolo era fissato per il Milan".

Antonio è stato un modello per il fratellino: "Ha iniziato a fare il portiere perchè magari vedeva me andare al campo, ad allenarmi e quindi sin da subito ha voluto fare il portiere. Già da quando aveva 5 anni metteva i guanti per giocare in porta".

Il loro è un rapporto particolare, che la distanza ha paradossalmente fortificato: "Siamo stati lontani perchè io sono andato via a 14 anni e ci vedevamo davvero poco, anche perchè lui aveva la scuola. Ci vedevamo soltanto magari alle feste, a Natale, Pasqua. Ma ci sentiamo tutti i giorni: parliamo della mia esperienza qui in Grecia, giochiamo alla PlayStation online, facciamo una videochiamata ogni giorno per vederci e stare insieme, ma di calcio parliamo poco".

Da buon fratello maggiore Antonio, insieme a tutta la famiglia, è stato vicino a Gigio sin dagli esordi: "E’ normale che fino a poco tempo fa, quando ancora non si trovava in una situazione così grande ed era davvero piccolo qualche consiglio glielo abbiamo dato sia io che i miei genitori, perchè alla sua età, trovandosi in questo ambiente, in qualcosa magari più grande di lui, aveva bisogno di qualche consiglio. Però lui è stato davvero bravo con la sua personalità e il suo carattere a gestire la situazione, a dimostrare sempre il suo valore e tenere botta alle critiche".

Una maturità straordinaria per un ragazzo che ha compiuto 18 anni da meno di un mese: "La caratteristica di Gigio che più mi colpisce è proprio la personalità, è fuori dal comune. Riesce a stare sereno in porta come se fosse un portiere di 36-37 anni, gioca davvero con tanta tranquillità".

La strada da percorrere però, anche per un piccolo campione come lui, è ancora lunga: "Penso che non si smette mai di migliorare - sottolinea Antonio - Può essere un fenomeno quanto vuole ma bisogna sempre migliorarsi su tutto, e pensare giorno dopo giorno ad allenarsi bene".

Neanche la questione legata al rinnovo con il Milan, le voci sull'interesse della Juventus e dei top club europei sembra scalfire Gigio: “Per ora è sereno e tranquillo".

 @SimoneGambino