Chi era Vichai Srivaddhanaprabha, il proprietario del Leicester City

Ultimo aggiornamento
Commenti()
Getty Images
Sabato 27 ha perso la vita Vichai Srivaddhanaprabha, patron del Leicester. Ecco un ritratto dell'imprenditore thailandese.

Nel tardo pomeriggio di sabato 27 ottobre, nel parcheggio del King Power Stadium di Leicester,  è precipitato l'elicottero di Vichai Srivaddhanaprabha. Il giorno dopo è arrivata la conferma della morte del patron thailandese nello schianto.

Ecco dunque un ritratto del proprietario delle Foxes, il cui nome era salito alla ribalta internazionale dopo l'incredibile titolo di Premier League vinto dalla squadra di Claudio Ranieri nel 2015/16.


Chi era Vichai Srivaddhanaprabha?


Vichai Srivaddhanaprabha, morto a 60 anni, era un imprenditore thailandese. Non era solo il proprietario del Leicester City, ma anche il fondatore della King Power, gruppo con sede a Bangkok che si occupa della gestione di negozi duty-free aeroportuali.

Srivaddhanaprabha era nato proprio a Bangkok il 4 aprile 1958: il suo nome originario era Vichai Raksriaksorn, ma l'ha cambiato nel 2012, quando l'ex re di Thailandia Bhumibol Adulyadej ha conferito alla sua famiglia il nuovo nome, traducibile come 'luce di gloria progressiva'.

Quinto uomo più ricco della Thailandia nel 2018 secondo Forbes, con un patrimonio stimato in 3,8 milioni di sterline (circa 4,2 milioni di euro), era anche il 388° uomo più ricco del mondo. Ha consolidato le proprie fortune proprio grazie alla King Power, che ha dato il nome allo stadio del Leicester.

Era sposato con Aimon, da cui ha avuto quattro figli (Voramas, Apichet, Arunroong e Aiyawatt), oltre al Leicester gestiva anche l'OH Leuven, club belga.


Quando Srivaddhanaprabha aveva comprato il Leicester?


Vichai Srivaddhanaprabha Claudio Ranieri Premier League trophy

Srivaddhanaprabha e il figlio Aiyawatt avevano acquistato il Leicester City nel 2010 per 39 milioni di sterline (circa 44 milioni di euro), quando il club militava in Championship.

Lo stesso Vichai Srivaddhanaprabha era diventato presidente del club nel febbraio del 2011 al posto di Milan Mandaric, mentre Aiyawatt era stato nominato vice-presidente. L'altro figlio Apichet, invece, ricopre il ruolo di direttore esecutivo.

Durante la gestione Srivaddhanaprabha, il Leicester è stato promosso in Premier League nel 2014, dopo aver vinto il campionato di Championship. La gloria vera, in ogni caso, è arrivata grazie allo strepitoso titolo del 2016 con Claudio Ranieri in panchina.

Nella stagione successiva, inoltre, il Leicester ha giocato in Champions League per la prima volta nella propria storia. Le Foxes si sono issate fino ai quarti di finale, superando il Siviglia negli ottavi e venendo poi eliminate dall'Atletico Madrid.


Cos'è la King Power?


Leicester City jersey 2018-19

La King Power è l'impresa fondata da Srivaddhanaprabha a Bangkok nel 1989. Nel corso degli anni è diventata il più grande gruppo di gestione di negozi duty-free aeroportuali della Thailandia.

Nel 2011 la King Power è diventata sponsor del Leicester City, comparendo sulla parte frontale delle maglie della squadra. Inoltre, sempre nel 2011, ha dato anche il nome all'impianto delle Foxes, l'ex Walkers Stadium.

Prossimo articolo:
DIRETTA: Torino-Juventus LIVE - dove vederla in tv e streaming
Prossimo articolo:
Liverpool-Manchester United: probabili formazioni e dove vederla in tv e streaming
Prossimo articolo:
Inter-Udinese: probabili formazioni e dove vederla in tv e streaming
Prossimo articolo:
Torino-Juventus: probabili formazioni e dove vederla in tv e streaming
Prossimo articolo:
Roma-Genoa: probabili formazioni e dove vederla in tv e streaming
Chiudi