Boniek al veleno con la Juventus: "Noi battevamo le inglesi"

Commenti()
Getty Images
Zibì Boniek punge la Juventus ricordando i risultati positivi ottenuti a inizio anni 80 contro le squadre inglesi: "Ogni tanto meglio fatti che...".

Non è un mistero che il rapporto tra Zibì Boniek e la Juventus, dopo i ruggenti e memorabili primi anni Ottanta, si sia deteriorato con il passare del tempo. Tanto che l'ex attaccante, oggi presidente della Federcalcio polacca, non manca mai di punzecchiare il club bianconero.

L'ultimo messaggio, certamente poco gradito, arriva via Twitter: il mezzo con il quale Boniek sceglie di comunicare al web che, ai suoi tempi, quando sfidava le formazioni inglesi la Juventus sapeva sempre trovare il modo di uscire vincitrice. Evidente richiamo alla doppia rimonta subita ieri sera dalla formazione di Allegri, fermata sul 2-2 dal Tottenham.

Boniek porta alcune statistiche impietose, se confrontate con quelle attuali. E ricorda che dal 1982 al 1985, ovvero il periodo in cui il polacco ha vestito la maglia bianconera, sono arrivati unicamente risultati prestigiosi: "6 incontri: 5 vittorie e un pareggio, 11 goal fatti e 3 goal subiti".

La chiusura del tweet di Boniek, nel quale vengono minuziosamente elencati i marcatori a segno per la Juventus in quelle battaglie, è ancor più al veleno: "Ogni tanto meglio fatti che...". Che parole, ovviamente. Che chiacchiere.

I dissapori tra Boniek e la Juventus, come si sa, arrivano da lontano. Tanto che, al momento di scegliere le 50 stelle relative ad altrettante leggende bianconere da inserire nel neonato Stadium, il club decise di revocare quella del polacco e assegnarla a Edgar Davids. Una scelta che Zibì non ha mai digerito.

Prossimo articolo:
Catania, Mascara contro Mughini: "Senza le tue camicie non ti conosce nessuno"
Prossimo articolo:
Probabili Formazioni Serie A
Prossimo articolo:
Napoli-Lazio: probabili formazioni e dove vederla in tv e streaming
Prossimo articolo:
Juventus, Bernardeschi si racconta: "A 16 anni ho rischiato l'addio al calcio"
Prossimo articolo:
Calendario Serie A, girone di ritorno: le partite di Sky e DAZN
Chiudi