Roma-Liverpool, piano di sicurezza approvato dalla UEFA

Commenti()
Getty
2 mila agenti in campo e allerta massima per Roma-Liverpool: anche la UEFA al tavolo tecnico in Questura per il piano di sicurezza.

Dopo gli incidenti dell'andata, scatta la massima allerta per la semifinale di ritorno di Champions League tra Roma e Liverpool: anche la UEFA ha partecipato al tavolo tecnico in Questura per l'approvazione del piano di sicurezza.

Come riferito da 'La Gazzetta dello Sport', le autorità italiane e britanniche hanno concordato sui provvedimenti per la partita da 'codice rosso' dell'Olimpico. Verranno monitorati tutti gli spostamenti dei 5 mila tifosi ospiti, che potrebbero arrivare anche in altre città.

L'articolo prosegue qui sotto

Questo il comunicato diffuso al termine del summit: "Nel corso della riunione sono stati condivisi utili elementi di conoscenza in ordine alla trasferta dei tifosi del Liverpool e sono stati forniti ulteriori dettagli dei voli che saranno utilizzati e degli aeroporti interessati all’arrivo dei supporter dei Reds, che giungeranno non solo nella capitale ma anche in altre città del Paese".

Nel centro storico entrerà in vigore il divieto di vendita di alcol a partire dalle ore 19 del primo maggio: molti titolari di pub romani hanno deciso di non aprire i propri locali.

Nel frattempo è arrivata la telefonata del sindaco di Roma Virginia Raggi al sindaco di Liverpool Joe Anderson per avere le ultime notizie sulle condizioni del tifoso Cox e per invitare il primo cittadino inglese nella capitale italiana. Segnalati infine i 50 hooligans considerati più pericolosi dalle forze dell'ordine: l'area sarà sorvegliata per evitare che le due tifoserie possano venire a contatto.

Chiudi