Notizie Risultati Live
Serie A

Higuain fa chiarezza: "Ho scelto io di non prendere la 9 della Juventus"

15:44 CEST 12/09/19
Gonzalo Higuain - Juventus
Gonzalo Higuain sgombra il campo da incastri di mercato legati al suo numero di maglia: "Ho preso la 21 perchè è il giorno di nascita di mia figlia".

Gonzalo Higuain è rinato. Le deludenti esperienze con Milan e Chelsea sono dimenticate, alla Juventus è uno dei titolari di Maurizio Sarri che su di lui ha fatto affidamento dal primo minuto contro Parma e Napoli.

Con DAZN segui 3 partite della Serie A TIM a giornata IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Proprio alla sua ex squadra ha realizzato una grande rete, quella del momentaneo 2-0: intervistato da 'Sky Sport', l'argentino ha ricordato una serata indimenticabile per i tifosi bianconeri che hanno gioito per l'autogoal di Koulibaly in pieno recupero.

"E' stato un match dalle emozioni forti, l'abbiamo portato sui giusti binari con il 3-0 ma poi c'è stato un calo fisico e mentale e loro hanno pareggiato nel giro di dieci minuti. Credo che sia stata una vittoria meritata, arrivata per un colpo di sfortuna del Napoli: così ce la si gode di più".

Sulle spalle di Higuain il numero 21, una rarità per uno abituato da sempre a indossare il classico 9: una scelta dello stesso 'Pipita' che ne ha spiegato il motivo.

"Sono tornato per lavorare duro e dimostrare il mio valore. A me sinceramente nessuno ha detto nulla. Volevo rimanere alla Juventus dal primo giorno, una grande squadra con una grande tifoseria che mi rendono felice. Qui c'è gente meravigliosa a cui voglio molto bene. Quella del cambio numero è stata una mia scelta: ho preso il 21 perché è il giorno di nascita di mia figlia e per ora mi sta portando fortuna. E' un modo per averla sempre con me. La verità è questa".

L'imperativo è ripartire ogni anno come se fosse il primo per restare ad alti livelli.

"Ogni anno per me è importante. La scorsa stagione è stata complicata ma sono comunque riuscito a vincere l'Europa League e ad andare in doppia cifra. Ora è un'altra storia, voglio aiutare la squadra a vincere qualcosa. Primo goal contro la Fiorentina? Ricordo che entrai dalla panchina e segnai la rete decisiva per la vittoria. Al 'Franchi' è sempre dura, lì si soffre molto".

Cristiano Ronaldo al top nonostante i 34 anni: la voglia di vincere del portoghese è rimasta intatta fin dai tempi del Real Madrid.

"Con lui non giocavo da alcuni anni, l'ho ritrovato più completo e cresciuto sotto l'aspetto dell'ambizione per provare a vincere tutto, sia a livello di squadra che personale. Sono contento di poter giocare nuovamente assieme a lui".

La prima rivale della Juventus per il campionato, secondo Higuain, è la stessa Juventus.

"E' una cosa che penso da sempre. Credo che si debba continuare ad andare su questa strada per arrivare fino in fondo nelle varie competizioni. La Champions League? Certo che mi è mancata, mi fa piacere tornare a giocarla di nuovo perché è il torneo più bello. Il ricordo dell'eliminazione col Real Madrid fa male, ma riuscimmo comunque a mettere in difficoltà una grandissima squadra".