Benevento ad un passo dalla storia: col Carpi può essere A

Commenti()
Getty
Il Benevento è pronto a scrivere la storia: con un pari contro il Carpi sarebbe Serie A, prima volta in assoluto per le 'Streghe'.

Alzi chi la mano chi avrebbe mai potuto immaginare che il Benevento, l'8 giugno 2017, potesse giocarsi non la permanenza in Serie B ma addirittura la promozione in Serie A, categoria mai nemmeno per sogno sfiorata in 88 anni di storia.

Nella finale di playoff contro il Carpi, ai sanniti basterà un pari tra le mura amiche per far sì che la festa diventi realtà, in virtù dello 0-0 del match d'andata: la città freme per questa grande opportunità, tanto che stavolta le autorità hanno permesso la vendita dei biglietti per i settori solitamente chiusi al pubblico.

Lo stadio 'Vigorito' sarà esaurito in ogni ordine di posto per spingere i ragazzi di Marco Barone verso un'impresa che avrebbe del clamoroso, e che affonda le sue radici in quel 30 aprile 2016, data del 3-0 interno contro il Lecce che è valso la promozione in B.

L'articolo prosegue qui sotto

Quella B già raggiunta sul campo nel 1946 ed a cui si rinunciò a causa di problemi finanziari che impedirono alle 'Streghe' di coronare il loro sogno, quello di provare a lottare per l'approdo nella massima serie, finora mai vissuta.

Serie A che ora è ad un passo, a soli 90 minuti: a Benevento c'è voglia di giocare uno storico derby contro il Napoli, di respirare aria di grande calcio dopo anni passati a lottare, senza successo, nelle serie minori.

In caso di festa al fischio finale, un pensiero sarà rivolto al compianto Carmelo Imbriani, ex calciatore ed allenatore del Benevento, morto 4 anni fa a causa di un male incurabile. I ragazzi di Barone giocheranno anche per lui.

Chiudi