Arsenal, Emery chiaro su Ozil: "Non gioca perché altri lo meritano di più"

Commenti()
Getty
Emery torna sull'esclusione di Ozil da Arsenal-Standard Liegi, il tedesco non riesce più a trovare spazio: "Deve continuare a lavorare".

Nella grande notte europea di Gabriel Martinelli, in casa Arsenal trova comunque spazio per l'ennesima volta la polemica circa il ruolo di Mesut Ozil all'interno del club. La decisione di Unai Emery di escludere il tedesco dalla gara di Europa League contro lo Standard Liegi non è infatti passata inosservata, con il tecnico spagnolo che nel post-gara ha dovuto spiegare la sua scelta.

Con DAZN segui la Carabao Cup IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Presentatosi davanti ai microfoni dopo il netto 4-0 con il quale i suoi Gunners si sono imposti all'Emirates, grazie soprattutto all'eccelsa gara di uno straripante Martinelli, Emery si è soffermato sul 'caso' Ozil, ormai un corpo estraneo alla rosa dell'Arsenal.

"Ogni volta decido di far scendere in campo i migliori giocatori, decido di schierare l’unidici migliore che possa aiutarci a giocare bene e vincere. Quando ho deciso che Ozil non doveva essere delle squadra è perché ho pensato che altri giocatori lo meritassero di più. Deve continuare a lavorare. Domani ci alleniamo con i giocatori che non hanno giocato e domenica abbiamo un'altra partita e prenderemo nuove decisioni".

Queste le parole pronunciate dal tecnico spagnolo e riportate da 'BT Sport'. Dichiarazioni che lasciano intendere come Emery al momento pretenda molto di più da un giocatore del calibro di Ozil e che per questo è deciso a concedergli delle presenze solamente difronte a un cambio di atteggiamento.

Lo dimostra il fatto che il tedesco in questa stagione ha collezionato solamente due apparizioni in campo (una in Premier League e una in Carabao Cup), per un totale di 142 minuti. Davvero troppo poco per chi ad oggi è il giocatore più pagato nella storia del club.

Per questo motivo una sua partenza a gennaio resta un'opzione alquanto probabile, anche se Emery a domanda su una possibile partenza di Ozil ha preferito rimandare ogni discorso al prossimo futuro.

"Per adesso è un nostro giocatore".

Una situazione che a gennaio potrebbe dunque portare a un divorzio tra le parti, con l'avventura dell'ex Real Madrid che a Londra pare ormai essere giunta ai titoli di coda.

Chiudi