Spalletti carico: "L'Inter andrà a giocarsi lo Scudetto"

Commenti()
Il tecnico dell'Inter nella prima conferenza della stagione: "Perisic e Vrsaljko non hanno fatto allenamenti, c'è da fare attenzione".

Dopo aver accarezzato l'idea Modric, dopo aver sperato in Vidal, dopo aver costruito comunque una squadra in grado di combattere per i primi posti, riparte il campionato dell'Inter. Il team Spalletti ricomincia in trasferta, contro il Sassuolo; la prima delle 38 fatiche da qui a maggio.

Segui Sassuolo-Inter in esclusiva in diretta streaming su DAZN

Spalletti deve rinunciare a Nainggolan, non ancora al meglio, così come Vrsaljko e Perisic, che partiranno dalla panchina in virtù della preparazione iniziata in ritardo. Nonostante Brozovic sia nella medesima situazione, il centrale sarà comunque regolarmente in campo contro il Sassuolo.

"Le condizioni generali del gruppo sono buone, siamo pronti per andare a giocare contro chiunque" le parole di Luciano Spalletti nella prima conferenza della stagione. "Questo vuol dire andare a tentare di vincere contro qualsiasi avversario. Perisic e Vrsaljko non hanno fatto allenamenti, c'è da fare attenzione. Nainggolan sta recuperando, Skriniar da valutare".

L'articolo prosegue qui sotto

Ma la Juventus ha già vinto il titolo? Ovviamente no: "Dobbiamo andare a giocarci lo Scudetto, noi e le altre big proveremo a lottare per vincerlo. Ci siamo rinforzati tutti,faccio i complimenti alle altre squadre. La Juve è più forte di tutti, ma fino all'ultimo noi e Lazio, Milan, Napoli e Roma lotteremo".

La società ha costruito un team importante, l'Inter è chiamata a fare meglio dell'altalenante anno scorso: "Obiettivi? Andare a competere a livello europeo, vincere più partite possibile, rimanere in Champions League e magari offrire un buono spettacolo da tutti i punti di vista".

La Serie A, con esclusione delle due genovesi, scende regolarmente in campo: "Siamo vicini a Genoa, i miei ragazzi hanno dimostrato grandissimo disagio. Il discorso non è se fermarsi tutti o meno, il discorso è far sì che queste cose non accadono più". Quello che ogni persona d'Italia, aldilà del tifo, si augura.

Chiudi