Lazio-Verona, le formazioni ufficiali: Luis Alberto dal 1'

Commenti()
Sono state rese note le formazioni ufficiali della sfida che vedrà protagoniste Lazio e Verona. nzaghi sceglie Luis Alberto alle spalle di Immobile.

Le formazioni delle due squadre:

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Wallace, De Vrij, Radu; Marusic, Lulic, Parolo, Milinkovic-Savic, Lukaku; Luis Alberto; Immobile.

VERONA (4-4-2): Nicolas; Boldor, Caracciolo, Vukovic, Fares; Romulo, Valoti, Buchel, Matos; Verde, Kean.

Reduce da tre sconfitte consecutive in campionato, la Lazio ospita il Verona all’Olimpico con l’obiettivo di mettere in cascina tre punti che possano consentirle di superare l’Inter in classifica e tornare nella zona ‘Champions League’. Al contempo, la compagine scaligera cerca l’impresa al fine di avvicinarsi a quelle posizioni che valgono la salvezza.

Simone Inzaghi, disegna la formazione capitolina con un 3-5-1-1 nel quale sono Wallace, De Vrij e Radu a comporre il terzetto di difesa davanti a Strakosha.

L'articolo prosegue qui sotto

A centrocampo, Lulic si sposta in linea di mediana per sostituire lo squalificato Leiva, con lui ci sono Paloro in cabina di regia a Milinkovic-Savic, mentre Marusic e Lukaku sono chiamati a presidiare gli esterni. In attacco, Immobile è l’unica punta, a suo supporto c’è Luis Alberto.

Pecchia risponde con un 4-4-2 nel quale, davanti a Nicolas, la linea difensiva è composta da Boldor, Caracciolo, Vukovic e Fares. A centrocampo, Romulo e Matos si sistemano sugli out di destra e sinistra, Valoti e Buchel formano il duo centrale.

In attacco, fiducia alla coppia composta da Verde e Kean.

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Calciomercato Juventus, Benatia ha un'offerta dall'Al Duhail: considerazioni in corso
Prossimo articolo:
Calciomercato Inter, Cedric Soares è il vero obiettivo per la difesa
Prossimo articolo:
Siviglia-Barcellona 2-0: Senza Messi è un altro Barca
Prossimo articolo:
Razzismo, pugno duro della Football Association contro Wayne Hennessey per un saluto nazista
Chiudi