Lazio-Milan, le pagelle: deludono Luis Alberto e Calhanoglu

Commenti()
Getty Images
Nella Lazio continua a non risorgere Luis Alberto, come dalla parte opposta Calhanglu. Bene Kessié e Parolo.

Oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B: attiva ora il tuo mese gratis su DAZN


LAZIO


STRAKOSHA 6.5 - Si supera nel primo tempo su una conclusione di Calhanoglu (deviata sul paolo). Non può niente sulla beffarda deviazione di Wallace.

WALLACE 6.5 - Dalle sue parti agisce spesso Cutrone, ma grazie alla maggiore stazza fisica lo eclissa spesso e volentieri. Gioca una partita di grande ordine, sfortunato solo sulla conclusione di Kessié.

ACERBI 6 - Come sempre dà ordine e tempismo a tutto il reparto difensivo. In altre occasioni ha dimostrato però maggiore incisività.

RADU 5.5 - Non si sgancia sulla fascia sinistra, come di consueto fa. Tutto sommato riesce a contenere Suso ma Calabria sfonda dalla sua parte nel goal del Milan. (dal 82' CAICEDO SV)

MARUSIC 6 - Una spina nel fianco di Borini e Ricardo Rodriguez, costantemente. Ma alla sua corsa, e sacrificio, questa sera non abbina qualità tecnica nelle giocate decisive. 

PAROLO 6.5 - Un metronomo che sa perfettamente quando attaccare lo spazio in verticale in area di rigore. Nel primo tempo è l'uomo della Lazio che va più vicino al goal. 

BADELJ 6.5 - Sostituire Lucas Leiva non è per nulla semplice, ma l'ex Fiorentina sa come dare i tempi di gioco alla squadra, facendosi sentire anche dal punto di vista fisico con qualche buon intervento in interdizione.

MILINKOVIC-SAVIC 6 - Rispetto alle ultime uscite sembra un altro giocatore. Più voglia, più inserimenti, più giocate di qualità in zone pericolose del campo. Inzaghi lo toglie un po' a sorpresa dal campo al posto di Lukaku. (dal 65' LUKAKU 6 - Classiche azioni offensive le sue, con la palla portata avanti col sinistro e alcuni cross pericolosi).

LULIC 6 - La sua spinta sulla fascia sinistra arriva ad intermittenza. Tanta sostanza ma poca qualità.

LUIS ALBERTO 5 - Continua ad essere il lotano parente del giocatore ammirato lo scorso anno. Sembra avere poco velocità e una condizione fisica non ottimale. (dal 65' CORREA 6.5 - Ha il grande merito di pareggiare nel finale, ma a parte questa giocata non brilla particolarmente).

IMMOBILE 5.5 - Non la migliore partita di Ciro Immobile. Svaria su tutto il fronte offensivo ma, anche per merito di Donnarumma, risulta poco cinico.


MILAN


DONNARUMMA 6.5 - Chiude la porta su Wallace e Immobile, mentre sul goal di Correa non può nulla perché non vede partire il pallone.

ABATE 5.5 - Qualche sbavatura in questa nuova posizione da centrale, soprattutto in fase di impostazione. 

ZAPATA 6.5 - Catapultato in un ruolo di primaria importanza nella difesa del Milan, fa valere tutta la sua esperienza in una situazione di emergenza. La sua velocità contro un avversario come Ciro Immobile lo aiuta parecchio. 

RODRIGUEZ 6 - Attento e preciso, l'azione del Milan parte spesso dal sua mancino anziché dalla fascia opposta.

CALABRIA 6 - Buona partita del laterale dell'Under 21, che ricopre tutta la fascia e mette lo zampino nel goal di Kessié.

BAKAYOKO 6.5 - Insieme a Kessié formano una diga davanti alla difesa. L'ex Chelsea a poco a poco si sta ambientando in Italia.

KESSIÈ 7 - Ferma molte azioni della Lazio e arriva anche in area opposta per cercare (e trovare) il goal. Un carrarmato.

BORINI 5.5 - Come sempre lascia il cuore in campo, ma il sacrificio non basta. Dalla sua parte il Milan non riesce ad attaccare, non sfonda mai e spesso torna indietro con il pallone.

SUSO 6 - Quando si accende lui, si accende anche tutto il Milan. Non è la sua partita più brillante, ma qualche giocata mette i compagni in situazioni pericolose.

CALHANOGLU 5 - Spreca una chance clamorosa nel secondo tempo, mentre nel primo è sfortunato a beccare il palo. Per il resto quasi un'ombra.

CUTRONE 6 - Si trova nella morsa di tre difensori centrali molto attenti e prestanti fisicamente. Spesso sbatte contro il corpo di Wallace, ma si sbatte e cerca di allungare la squadra.

Chiudi