Juventus, Allegri coccola Ronaldo: "Averlo è una gioia"

Commenti()
Getty
Allegri racconta l'impatto con Cristiano Ronaldo: "Non mi ha sorpreso, è come me lo aspettavo. Maggiori responsabilità? No, averlo è una gioia".

Dopo i primi mesi trascorsi insieme alla Juventus ora anche Massimiliano Allegri, intervistato dal giornale portoghese 'Record', racconta il suo rapporto con Cristiano Ronaldo.

Clicca qui per attivare il mese gratuito su DAZN: vedi oltre 100 match di Serie A e tutta la Serie B in esclusiva

Il numero 7 non ha stupito l'allenatore bianconero che spiega come Cristiano Ronaldo abbia assolutamente rispettato quelle che erano le sue aspettative sotto tutti i punti di vista.

"Non è diverso da come immaginavo. Mi sono imbattuto in un grande professionista, ma ero convinto che lo fosse. Ha un enorme spirito competitivo che ci ha aiutato e che ha contribuito alla nostra crescita. Ogni giorno vuole sempre essere migliore. Dal punto di vista tecnico, è ovvio che il suo talento è riconosciuto da tutti, ma richiede sempre il massimo a se stesso. Diciamo che, più che sorpreso, è particolarmente piacevole vederlo giocare per il semplice motivo che è un giocatore diverso dagli altri".

Quando gli si chiede se avere Cristiano Ronaldo in squadra sia più una responsabilità o una gioia poi Allegri non ha dubbi.

"È una gioia! Il campionato è un obiettivo naturale della Juventus, mentre la Champions bisogna avere anche fortuna per conquistarla. Per noi Juventus e per il calcio italiano, avere Ronaldo in Italia dovrebbe essere una gioia. Il campionato può dotarsi di grandi campioni, valorizza la competizione e chi vi partecipa".

Allegri non fa mistero di cosa chieda prevalentemente a Cristiano Ronaldo, ovvero i goal. Già ben 15 tra campionato e Champions League in 24 partite giocate.

"Cosa chiedo a Cristiano? I goal! Gli si chiede sempre ciò che conosce meglio e con una naturalezza impressionante. Allora sappiamo, già in anticipo, che sarà a disposizione della squadra con grande umiltà. E questo è un altro valore intrinseco di Cristiano e un esempio per tutti".

Infine il tecnico della Juventus spiega quale sia la più grande qualità di Cristiano Ronaldo, goal a parte.

"Cristiano è sempre concentrato, sia in partita che in allenamento. Anche se a volte sembra essere un po' assente, la verità è che è focalizzato al cento per cento. E questo atteggiamento c'è in qualsiasi momento della partita, anche quando gli arriva una sola palla in 90 minuti".

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Calciomercato Juventus, Benatia ha un'offerta dall'Al Duhail: considerazioni in corso
Prossimo articolo:
Calciomercato Inter, Cedric Soares è il vero obiettivo per la difesa
Prossimo articolo:
Siviglia-Barcellona 2-0: Senza Messi è un altro Barca
Prossimo articolo:
Razzismo, pugno duro della Football Association contro Wayne Hennessey per un saluto nazista
Chiudi