Notizie Risultati Live
Argentina

C'è l'accordo con l'AFA: ufficiale, Sampaoli lascia l'Argentina

21:24 CEST 15/07/18
Jorge Sampaoli Argentina Francia Rusia 2018 300618
Raggiunto l'accordo economico fra la Federcalcio argentina e i legali di Sampaoli per la fine del rapporto di lavoro: il Ct lascia l'Argentina.

La notizia era nell’aria da qualche ora, adesso però c’è anche l’ufficialità: Jorge Sampaoli non è più il commissario tecnico dell’Argentina.

Un nuovo modo di vedere la Serie A e la Serie B: scopri l'offerta!

A confermarlo, attraverso una nota apparsa sul proprio sito ufficiale, è stata l’AFA: “L’Asociación del Fútbol Argentino e l’ex allenatore della Nazionale, Jorge Sampaoli, hanno trovato un accordo comune per la risoluzione del suo contratto. Lo stesso vale anche per il preparatore atletico, Jorge Desio, e per l’analista video, Matias Manna. Martedì prossimo verrà definito quale sarà il responsabile della squadra Under 20 nel torneo COTIF L’Alcudia 2018.

Questa Federazione ringrazia tali professionisti per l’attività svolta per la Nazionale durante questo ciclo”.

Fatali sono state per Sampaoli le deludenti prestazioni fornite dall’Albiceleste nel corso di Russia 2018. Negli ultimi Campionati del Mondo, Messi e compagni, dopo aver a fatica superato la fase a gironi, sono stati eliminati già agli ottavi di finale da quella Francia che poi si è laureata Campione del Mondo.

Secondo quanto riportato dai media argentini Sampaoli, che era legato all’AFA da un contratto fino al 2022, lascia la panchina dell'Argentina in cambio di una buonuscita da 2 milioni di dollari (un milione e 750 mila euro).

Sampaoli aveva assunto la guida dell'Albiceleste il 1° giugno 2017 fra lo scetticismo dei tifosi, nonostante la Copa America vinta con il Cile, ma il flop ai Mondiali ha segnato il suo destino. 

Durante la sua gestione, la Nazionale argentina ha collezionato 7 vittorie, 4 pareggi e 4 sconfitte: fra queste hanno destato sensazione il tracollo con la Spagna in amichevole (6-1) e e i capitomboli in Russia contro Croazia e Francia (per 3-0 e 4-3). 

Per la sua successione i nomi più 'caldi' sono quelli di Diego Pablo Simeone e di Marcelo Gallardo, ma la strada più semplice è quella che porta all'ingaggio del 'Tigre' Gareca, libero dopo aver lasciato la panchina del Perù.