Calciomercato Juventus, non solo Keita: spunta Carrasco

Commenti()
Getty
Ferreira Carrasco è il nome nuovo per la Juventus, alla ricerca di ali per il 4-2-3-1. Bianconeri sempre vigili sui fronti Keita e Bernardeschi.

La Juventus è a caccia di rinforzi adatti al 4-2-3-1, il modulo della svolta. In particolare Madama cerca dei giocatori di grande livello nel settore degli esterni offensivi. Il primo nome in cima alla lista resta quello di Keita Baldè, in scadenza con la Lazio nel 2018.

Appare ormai certo che l'attaccante della nazionale senegalese non rinnoverà con i biancocelesti. In corsa c'è da tempo anche il Milan ma, come raccontato dal nostro corrispondente Romeo Agresti, Keita sembra attratto dal progetto della Juventus.

Il problema è che Lotito chiede 30 milioni per cederlo, una somma davvero importante per un giocatore che tra un anno andrà in scadenza. La Juventus riflette e, dopo i primi contatti esplorativi, potrebbe dare un'accelerata a giugno, a finale di Champions archiviata.

Bonucci Keita Immobile Juventus Lazio Coppa Italia

Spunta intanto un'alternativa al laziale: secondo 'Tuttosport' (che cita fonti spagnole) i bianconeri sono interessati a Yannick Ferreira Carrasco. Per il belga sarebbe già stato effettuato un sondaggio approfondito, mettendo sul tavolo una proposta di ingaggio importante.

Sembra difficile, però, che l'Atletico Madrid decida di privarsi del giocatore, reduce da un'ottima stagione a livello personale, con 14 reti all'attivo fra tutte le competizioni. Carrasco, oltretutto, è vincolato da una clausola rescissoria da ben 110 milioni di euro.

Sul fronte interno, intanto, si continua a monitorare la posizione di Federico Bernardeschi. La Fiorentina gli ha offerto il rinnovo (l'attuale contratto scade nel 2019) a 2,7 milioni per cinque anni.

"Federico è nato e cresciuto con noi, vorremmo che rimanesse qui per moltissimo tempo - ha spiegato il presidente viola Cognigni in un incontro coi tifosi, come riportato dalla 'Gazzetta dello Sport' - Purtroppo le regole del calcio vedono le società come parte 'soccombente': è sempre il giocatore che deve decidere. Noi ci auguriamo che Bernardeschi accetti convinto la nostra proposta contrattuale". La Juventus, ovviamente, si augura il contrario.

Chiudi