SPAL-Juventus: Kean nella storia, superato Del Piero

Commenti()
Getty Images
Serie A alla De Cecco – Kean continua a macinare record, Juventus baby ma per la prima volta rimontata.

Alla Juventus bastava un punto contro la SPAL per celebrare l'ottavo scudetto consecutivo con sei giornate d'anticipo, ma a Ferrara non c'è stata nessuna festa per i bianconeri.

Banner De Cecco

Il goal di Kean , sempre più uomo dei record, aveva illuso i tifosi bianconeri. Ma nel secondo tempo la SPAL ha rimontato la baby Juventus, che ha concluso la partita con tre giovanissimi in campo tutti insieme: Gozzi , Nicolussi Caviglia e Mavididi .

L'inesperienza alla fine è costata la sconfitta, nonostante la presenza del veterano Barzagli dal primo minuto. La delusione più grande è stata però ancora una volta la prestazione di Paulo Dybala , che ha giocato tutta la partita senza mai trovare un guizzo.

  1. Getty

    SEGNA SEMPRE KEAN

    Solo e sempre Moise Kean, anche contro la SPAL. Il classe 2000 è ormai una sentenza oltre che una certezza, con una media di un goal segnato ogni 50 minuti.

    Kean ha fatto registrare così un altro record, quello di essere diventato il giocatore più giovane a segnare in quattro partite consecutive in Serie A nell'era dei tre punti.

    Inoltre è anche il terzo giocatore più giovane nella storia della Juventus a realizzare più di sei reti nella massima serie dopo Bruno Nicolè e Felice Borel. Alla sua prima vera stagione in bianconero, dopo l'esordio nel 2016/2017, ha fatto meglio anche di Del Piero, che nel 1993/94 si fermò a quota 5 goal.

  2. Getty

    BABY JUVENTUS ALLA RISCOSSA

    La troppa gioventù alla fine non ha pagato, ma la Juventus scesa in campo contro la SPAL è riuscita comunque ad entrare nel libro dei record.

    La formazione schierata da Allegri è infatti la più giovane degli ulltimi 21 anni, con un'età media di 25 anni e 114 giorni. In campo dall'inizio, oltre il 2000 Kean, c'erano infatti Gozzi (2001) e Kastanos (1998).

    Per trovare una Juventus ancor più giovane bisogna tornare indietro al 1998. Era una partita contro il Vicenza e in quel caso l'età media della squadra era di 24 anni e 340 giorni.

  3. Getty Images

    IL GRANDE BARZAGLI

    Andrea Barzagli ha giocato la sua terza partita da titolare in questa stagione con la Juventus dopo un infortunio che lo ha tenuto quasi un mese lontano dai campi.

    Il 37enne è rimasto in campo per 81 minuti, collezionando la presenza numero 350 da titolare in Serie A. Sono invece 280 in totale le presenze con la Juventus.

    SPAL Juve De Cecco

  4. Getty Images

    PRIMA RIMONTA SULLA JUVE

    A parte il fatto che la SPAL non batteva la Juventus dal lontano 1957, c'è un'altra statistica che rappresenta una rarità per i bianconeri.

    In questo campionato non era infatti mai successo che la squadra di Allegri perdesse da situazione di vantaggio. 

    Di fatto è la prima rimonta subita dalla Juventus in Serie A dal 2017 ad oggi.

  5. Getty

    DYBALA, COSI' NON VA

    Uscito insoddisfatto contro il Milan, nonostante il goal su rigore, Paulo Dybala ha passato un altro pomeriggio deludente a Ferrara.

    Allegri gli ha dato una chance da titolare in attacco con Kean, ma gli spunti dell'argentino sono stati ancora una volta pochissimi.

    Dybala è rimasto in campo per 90 minuti, nonostante avesse chiesto il cambio ad Allegri che ha risposto togliendo dal campo Kean.

    Un segnale piuttosto chiaro in vista dell'Ajax: in questo momento Dybala sembra essere scivolato dietro nelle gerarchie rispetto a Kean, anche in ottica Champions.

  6. Getty

    SCUDETTO, ANCORA UN PUNTO

    La Juventus ha fallito l'opportunità di conquistare lo Scudetto con sei giornate d'anticipo ed eguagliare il record dell'Inter.

    Tuttavia la situazione matematica rimane invariata: ai bianconeri basta comunque un punto per festeggiare il titolo.

    La festa potrebbe dunque essere posticipata a sabato prossimo, quando la Juventus affronterà la Fiorentina allo Stadium.

    Banner De Cecco