Rivoluzione Guardiola al Manchester Ciy: bocciati in 17

Commenti()
Getty Images
Guardiola è pronto a rinnovare quasi per intero la rosa del Manchester City dopo questa fallimentare stagione. Tourè in partenza. Via anche Aguero?

Stagione complicata per Pep Guardiola. Il tecnico del Manchester City, abituato a raggiungere ottimi risultati, si è visto, in questo ultimo anno, sfuggire di mano diverse occasioni che lo hanno condotto a rianalizzare tutte le scelte prese ed i percorsi applicati.

Prima l'eliminazione agli ottavi di finale dalla Champions League, poi il distacco sempre più netto dal Chelsea in Premier League hanno spinto il tecnico a riprogrammare la prossima stagione, a partire dalla rosa sulla quale puntare. Attraverso il sito spagnolo 'Sports.es', lo spagnolo ha fatto capire di aver intenzione di sacrificare ben 17 giocatori. Alcuni dei quali insospettabili.

Sei di essi sono in scadenza di contratto, ossia Caballero, Zabaleta, ClichySagna, Yaya Touré e Navas. Difficilmente per loro ci sarà un rinnovo. Altri 4 verranno piazzati altrove con la formula del prestito, quali Hart, Mangala, Denayer e Nasri.

Un capitolo a parte meritano quei giocatori considerati intoccabili fino a un po' di tempo fa ma che oggi possono seriamente lasciare il club. Stiamo parlando di Kompany, Delph, Fernando, Nolito, Agüero e Ilheanacho.

In particolar modo farebbe certamente discutere il divorzio dal bomber argentino, bandiera del City e leader indiscusso dello spogliatoio. Ad oggi una separazione è difficile da prevedere, ma con Guardiola al timone non bisogna mai escludere nulla. Il caso Ibrahimovic al Barcellona rappresenta un esempio limpido.

Prossimo articolo:
Calciomercato gennaio, notizie e trattative: Ufficiale, Dembelé al Guangzhou R&F
Prossimo articolo:
Calciomercato Tottenham, Dembelé firma con il Guangzhou R&F: piaceva all'Inter
Prossimo articolo:
Calendario Serie A: dove vedere le partite su Sky e DAZN
Prossimo articolo:
Milan, Gattuso nervoso al rientro da Jeddah: butta a terra il cellulare del giornalista
Prossimo articolo:
Juventus-Milan, Szczesny sul tiro di Calhanoglu: "Buono per restare sveglio, abbiamo dominato"
Chiudi