Maradona non cambia idea: "Messi non giochi più per l'Argentina"

Commenti()
Twitter
Diego Maradona parla dell’Argentina e chiarisce: “Non la allenerei di nuovo”. E manda un consiglio chiaro a Lionel Messi: non tornare in nazionale.

Un presente in Messico e un futuro che sicuramente sarà lontano dalla nazionale Argentina. Diego Maradona ha parlato dell’albiceleste e della situazione della federazione in un’intervista a ‘Infobae’, dando soprattutto un consiglio chiaro a Messi: non tornare in nazionale.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

L’attuale allenatore dei Dorados de Sinaloa, squadra di seconda divisione messicana, ha spiegato il proprio punto di vista sparando a zero sul gruppo: “È davvero molto facile dire che Messi è colpevole. Se ci sono dei compagni di squadra che davvero vogliono Messi, dovrebbero difenderlo, non rimanere zitti. Questo è il motivo per cui gli sto dicendo di non tornare e non prendersi tutte le colpe. Lo rimpiangeremo perché non c’è nessun altro come lui, ma come cade Messi, cade tutta la federazione”.

Maradona punta il dito soprattutto verso Javier Mascherano, considerato uno dei leader dell’Argentina. L’ex commissario tecnico ha però idee molto diverse: “Mi sono sbagliato riguardo Mascherano, ero convinto che fosse un leader. Oggi devo dire che Mascherano non è niente di ciò che credevo. Ma l’errore è stato mio, non suo”.

Le opinioni negative sul gruppo spingono anche il 57enne allenatore lontano dall’Argentina e dalla panchina, attualmente occupata ad interim da Scaloni: “In nazionale c’è un gruppo di traditori e non tornerei ad allenarla”, ha dichiarato, allargando il discorso anche ai piani alti della federazione. “Volevamo un nuovo presidente dell’AFA e abbiamo candidato Tapia. Io sono colpevole per la sua elezione, mi aveva chiesto supporto e gli ho detto di sì. Mi ha detto molte cose e non ha fatto nulla, non mi ha più richiamato. Questo è un tradimento e io sputo in faccia ai traditori”.

Chiudi