Notizie Risultati Live
Serie A

Insigne tende la mano alla Juventus: "Dispiace per Cardiff"

14:15 CEST 05/06/17
Lorenzo Insigne Italy
Lorenzo Insigne rincuora la Juventus dopo la finale di Champions persa, poi assicura: "Sarri vuole vincere col Napoli, presto ci riusciremo".

Lorenzo Insigne punta a prendersi anche l' Italia . Dopo la grande stagione disputata col Napoli , l'attaccante di Frattamaggiore si ritrova al centro del progetto Ventura in vista delle sfide con Uruguay e Liechtenstein .

Queste le sue parole da Coverciano, dove ha parlato in conferenza stampa partendo dalla finale di Champions: "Dispiace che Juventus-Real Madrid sia andata a finire in questo modo. Noi col Real abbiamo disputato due grandi gare e quelle due sfide ci hanno permesso di capire a che punto siamo".

Mercoledì a Nizza il numero 24 partenopeo incontrerà l'ex compagno Cavani : "Sono contento di ritrovarlo, sono stato un anno con lui e mi ha aiutato molto a crescere. Quando tornai da Pescara lui già era un grande campione. Ero giovane e mi diede tanti consigli, sono orgoglioso di aver giocato con lui" .

Parole dolci per gli azzurrini impegnati in Corea del Sud: "Volevo fare i complimenti all'Under 20 per quanto sta facendo ai Mondiali, hanno un grande futuro. Spero possano vincere".

Sul modulo in Nazionale: "Se il 4-2-4 va interpretato bene può fare male a chiunque, ma in ogni schema bisogna dare il 100%. Io ho giocato a 3 davanti e ci sono abituato, per gli esterni l'attacco a 4 cambia nei movimenti ma bisogna dare sempre aiuto alla fase difensiva. I due anni con Benitez nel 4-2-3-1 mi sono serviti per imparare a sacrificarmi".

Insigne parla poi di Donnarumma , al centro di un vero e proprio 'rebus': "Vuole partecipare agli Europei Under 21, è un ragazzo intelligente e saprà fare la scelta giusta. Poi gli ho dato qualche consiglio, io arrivai in finale pur senza vincerlo ma gli ho detto che è una vetrina importante per lui".

"Non vedo Gigio nervoso - ha aggiunto Insigne - Ha 18 anni, è in Nazionale e non ha motivi per esserlo. Ci ho parlato, è sereno, non lo conosco da molto ma lo reputo una persona valida in grado di fare la scelta giusta per sè, la famiglia e la carriera".

Spagna-Italia potrebbe portare ad un inizio anticipato del campionato: ""Riguardo questa possibilità non sta a me decidere, ma qualunque sarà la data conta farsi trovare pronti da professionisti".

Capitolo Napoli: "Non ho mai temuto che Sarri andasse via, con noi ha sempre parlato chiaro e vuole vincere con noi. Farlo a Napoli non è come da altre parti, è in azzurro per fare qualcosa di storico e credo che presto ci riusciremo. Da come giochiamo meriteremmo qualcosa in più".

"Non siamo riusciti a centrare il secondo posto, ma il prossimo anno cercheremo di ripartire sulla stessa falsariga di questo finale di stagione - assicura Insigne - Abbiamo dimostrato che la Juventus non è imbattibile, li abbiamo messi in difficoltà sia in campionato che in Coppa Italia e per questo dispiace arrivare terzi. A fine stagione abbiamo discusso, se partiamo come abbiamo concluso la stagione possiamo giocarcela con tutti e mettere in difficoltà i bianconeri e la Roma".