Notizie Risultati Live
Bundesliga

Il Fair-Play Finanziario? Rummenigge: "Occorre modernizzarlo"

18:14 CET 08/03/18
Karl Heinz Rummenigge FC Bayern 16072016
Secondo Rummenigge, amministratore delegato del Bayern, il Fair-Play Finanziario non funziona a dovere: la UEFA non ha mai punito chi violava le norme

Il Fair-Play Finanziario era stato introdotto nel 2009 per cercare di far sì che le società di calcio tenessero maggiormente a bada i propri bilanci e limitassero il proprio indebitamento (molto spesso dovuto alle spese 'pazze' effettuate sul calciomercato) e, nel lungo periodo, magari far sì che le stesse si sostenessero solo grazie ai propri introiti. Tutto ciò non sembra abbia funzionato del tutto e l'amministratore delegato del Bayern Monaco, Karl-Heinz Rummenigge, ha un'idea del perché.

L'ad del Bayern ha parole forti nei confronti dell'UEFA... "Per come era stato pensato - ha spiegato Rummenigge in un'intervista rilasciata all'edizione tedesca di 'GQ' - l'FPF era un ottimo strumento di controllo finanziario. L'idea era di usarlo in modo rigido e rigoroso, punendo chi violava le norme. Ma questo, di fatto, non è mai successo".

Non solo limiti, ma anche sanzioni che vengano applicate ai trasgressori, questo auspica il dirigente del Bayern... "La UEFA questo deve riconoscerlo - ha proseguito Rummenigge - Così come deve riconoscere di non aver mai agito con coraggio e coerenza. Ecco perché occorre modernizzarlo. Servirebbe un Fair-Play Finanziario 2.0, che definisca non solo i limiti ma anche le sanzioni corrispondenti per chi li supera. E l'Europa, a livello politico, in questo dovrebbe dare una mano al calcio".