A Madrid l'ultima in Champions? Buffon: "C'è questa possibilità"

Commenti()
Getty Images
Gianluigi Buffon presenta Real Madrid-Juventus: "Dobbiamo ottenere il miglior risultato possibile. Cristiano Ronaldo .è il giocatore più decisivo".

Dopo il 3-0 patito a Torino nella gara d’andata, la Juventus sfiderà mercoledì sera al Santiago Bernabeu il Real Madrid , sapendo che servirà una vera e propria impresa per staccare il pass per le semifinali di Champions League.

Gianluigi Buffon , parlando nella consueta conferenza stampa di presentazione del match, ha spiegato: “ Affronteremo la partita con la solita mentalità. Dovremo giocare da Juventus, dovremo fare una gara sensata con tenacia, equilibrio, gioco, cercando di ottenere il risultato migliore possibile ”.

Il capitano bianconero ha parlato di Cristiano Ronaldo, il grandissimo protagonista del match d’andata: “ Non so se sia il giocatore più completo contro il quale ho giocato, questo perchè nel corso di tanti anni ne ho incontrati molti fortissimi. Sicuramente, in questo momento, lui per il ruolo che si è ritagliato, ovvero quello da bomber, è il più decisivo. Segna sempre, con una continuità impressionante ”.

In questi giorni si è parlato molto del fatto che quella del Bernabeu possa essere l’ultima partita di Buffon in Champions League: “ L’importante è che non sia l’ultima partita di Champions per la Juventus. Per quel che mi riguarda c’è questa possibilità, ma non è un qualcosa che mi deprime o mi suscita pensieri negativi. Da bambino avrei firmato per giocare l’ultima gara al Bernabeu contro il Real Madrid . Bisogna prendere l'aspetto positivo delle cose ”.

BUFFON PS

Buffon ha spiegato quali sono secondo lui in questo momento i cinque migliori portieri al mondo: “ Lasciando stare l’Italia perchè altrimenti arriveremmo a dieci, parlando del panorama calcistico europeo direi Navas e Oblak certamente, anche Ter Stegen sta facendo una grandissima stagione, poi ovviamente penso a Neuer che attualmente è infortunato, ma anche a Courtois ed Ederson. Forse ne ho dimenticato qualcuno, ma questo perchè attualmente ci sono tanti portieri di grande livello che stanno facendo bene. Non ho parlato di Italia perchè ne abbiamo moltissimi di alto valore ”.

La Juventus non parte con i favori del pronostico: “ Al di là di quello che è successo nella sfida d’andata, questa partita va onorata al meglio, è questo un palcoscenico troppo importante sul quale incontreremo una squadra così importante. Noi indossiamo una maglia storica, preziosa, dobbiamo sempre giocarcela con la massima dignità, puntando ad ottenere il massimo. E’ un dovere questo per chi gioca per squadre così importanti ”.

La rimonta a Madrid sembra sulla carta al limite dell’impossibile: “ Ci sono state partite nelle quali ci sono state rimonte incredibili, a volte dipende dalle circostanze e dal valore dagli avversari. Io dico che bisogna sempre tentare l’impossibile, è una cosa questa che ti fa sperare di uscire dal Bernabeu con sensazioni positive. Noi domani dovremo fare un qualcosa che, al di là del risultato, ci faccia capire di essere una squadra del livello dei nostri avversari. Se dovesse succedere anche il miracolo poi saremmo tutti felicissimi, per arrivare al sogno però ci sono dei passi da fare ”.

Buffon ha spiegato cosa, da capitano, ha provato a trasmettere al gruppo: “ Ho detto loro che se usciamo continuo, quindi ho stimolato i compagni a fare un’impresa. Sappiamo che si parte da un divario molto grande, non dobbiamo fare voli pindarici, dobbiamo solo crederci. Se entri in campo pensando che passerai per un regalo divino allora puoi restare negli spogliatoi, se invece sei pronto a combattere, a lottare, a metterci orgoglio e a sacrificarti, magari le cose vanno nel modo che nessuno avrebbe immaginato ”.

Al Bernabeu, Buffon ritroverà Zidane : “ Non ci siamo incrociati a Torino, ma per me è sempre un piacere poter parlare con persone di un tale calibro, perchè discutendo con loro ti arricchisci. La sua ultima partita proprio contro di me? Quello che so è che finchè lo incontrerò saprò di essere nell’elite del calcio, perchè certe persone le ritrovi solo se sei all’apice ”.

Infine un accenno al match d’andata: “ Abbiamo fatto bene finche siamo rimasti in undici, poi però mi dispiace recriminare in un tale contesto. Gli episodi non ci hanno favorito e non l’hanno fatto nemmeno a Cardiff. Un’accoglienza particolare dal Bernabeu? Non mi aspetto nulla, qui il pubblico si è sempre comportato bene con me ”.

 

Chiudi