Sorpresa Rivera: "Da ragazzino simpatizzavo per la Juventus"

Commenti()
Getty
Una ventina d'anni al Milan, ma da giovanissimo Gianni Rivera provava simpatia per la Juventus: "In Piemonte si tifava per Boniperti e John Hansen".

Gianni Rivera con simpatie bianconere? Inimmaginabile. Eppure è proprio così: a raccontarlo è lo stesso ex fuoriclasse del Milan e della Nazionale italiana, dal 1960 al 1979 sempre con la casacca rossonera come una specie di seconda pelle.

"Ricordo bene invece lo schianto del Grande Torino a Superga - dice Rivera, intervistato dal 'Corriere della Sera', ricordando la propria infanzia - anche se simpatizzavo per la Juventus".

Empoli-Milan 1-4, la cronaca

Una rivelazione strana ma solo fino a un certo punto, considerando che Rivera è nato e cresciuto ad Alessandria, iniziando peraltro la propria carriera nei Grigi: "In Piemonte si tifava per Boniperti e John Hansen", si giustifica.

Sempre controcorrente Rivera, che quando gli si chiede di scegliere tra Buffon e Zoff risponde: "Albertosi. Buffon è stato più forte, Zoff più grande; ma Albertosi aveva una classe naturale che non ho mai rivisto in un portiere".

Simpatie per la Juventus, una vita al Milan. Fino all'avvento di Silvio Berlusconi, con il quale Rivera ha avuto più di un contrasto. Il motivo? "Perché considera tutti al suo servizio, e nessuno alla sua altezza".

 

Chiudi