Sarri alla Juventus, muro del Chelsea: indennizzo o niente via libera

Commenti()
Getty Images
Il Chelsea pretende un indennizzo per lasciare andare Sarri alla Juventus, l'anno scorso il precedente Conte che fu liberato solo a metà luglio.

"Sarri è pessimista", ha confessato ieri uno che l'attuale tecnico del Chelsea lo conosce bene come il presidente dell'Empoli, Fabrizio Corsi. E in effetti la trattativa che doveva portare l'allenatore toscano alla Juventus rischia di trasformarsi in un vero e proprio tormentone.

Segui Copa America e Coppa d'Africa live e in streaming su DAZN

Come riporta il 'Daily Mail' d'altronde il Chelsea non ha alcuna fretta di liberare Sarri che, è bene ricordarlo, ha ancora due anni di contratto con i Blues ma ha chiesto di essere liberato subito dopo la finale di Europa League vinta contro l'Arsenal.

Il Chelsea però ricorda bene i 6 milioni pagati al Napoli per avere Sarri solo dodici mesi fa e ora pretende almeno la stessa cifra dalla Juventus, che invece vorrebbe il via libera senza versare alcun tipo di indennizzo.

La sensazione è che alla fine le parti troveranno un accordo anche perchè Paratici, in contatto quotidiano con Marina Granovskaia per sbloccare l'affare, in questi giorni è stato proprio a Londra.

Un precedente però preoccupa un pò sia la Juventus che Sarri dato che, l'estate scorsa, il Chelsea ha liberato Antonio Conte solo a metà luglio e dopo un lunghissimo braccio di ferro. Situazione che nè Sarri nè la Juventus possono permettersi.

Ecco perchè il tecnico aspetta ansioso la fumata bianconera nella sua casa di Fignine Valdarno e solo dopo partirà per le tradizionali vacanze di San Benedetto del Tronto. Le prime vacanze da allenatore della Juventus.

Chiudi