Pugno duro UEFA, Milan verso l'esclusione dall'Europa League

Commenti()
Getty Images
Secondo quanto riportato dal 'New York Times', il Milan sta per essere escluso dalle coppe. Intanto Elliott potrebbe entrare in scena a breve...

Per essere certi bisognerà aspettare il 7 giugno, quando l’Adjudicatory Chamber, la camera giudicante dell’UEFA, stabilirà le sanzioni per il Milan, ma ormai sembrano esserci pochi dubbi: il club rossonero va verso l'esclusione dalle coppe internazionali. 

Secondo quanto riportato infatti dal 'New York Times', che lo avrebbe appreso da due fonti anonime coinvolte nel processo UEFA, il Milan sta per essere escluso dall'Europa League. Se la notizia sarà confermata da qui a una settimana, sarebbe una vera e propria mazzata per tutto il club rossonero. 

La dirigenza del Milan, con Fassone a capo, sta cercando in questi giorni di convincere la UEFA in tutti i modi ad essere clemente. Sembra ormai chiaro che il bersaglio sia soprattutto il proprietario Yonghong Li, per questo i vertici rossoneri ed i loro avvocati stanno pressando l'organo internazionale per considerare il Milan in quanto squadra e non come proprietà cinese e tutto ciò che ne deriva. Vedremo.

Intanto sul fronte societario non mancano in agenda possibili ribaltamenti a sorpresa. Come riporta 'Il Corriere della Sera', se Li non bonifica i 10 milioni dell'aumento di capitale entro lunedì, se ne fa carico il fondo Elliott e a quel punto scattano i termini finali (dovrebbero essere 15 giorni) concessi al cinese per rimborsare il fondo USA

In pratica, se poi i cinesi bucheranno anche questa scadenza, il Milan passerà nelle mani di Elliott con circa quattro mesi di anticipo rispetto ad ottobre (data finale di scadenza per rimborsare il prestito da 300 milioni, più interessi, del fondo americano).

Difficile che Yonghong Li scivoli per pochi milioni, ma le mosse di Elliott e del Cda rossonero, che ha spedito all’azionista una lettera in cui lo invita a versare entro lunedì i 10 milioni, tracciano un sentiero strettissimo. 

Chiudi