Milan, Mirabelli criptico: "Sapevo di avere tanti nemici"

Commenti()
Getty Images
Il direttore sportivo del Milan parla del suo posto all'interno del club e delle prestazioni della squadra: "Siamo orgogliosi di Gattuso".

Dopo le ultime partite, gli obiettivi e l'entusiasmo del Milan si sono nettamente ridimensionati. In particolar modo la sconfitta contro il Benevento ha deluso Gattuso, che ha subito ordinato l'annullamento dei giorni liberi e la full-immersion a Milanello, per preparare la gara contro il Bologna ed il rush finale di stagione.

Oggi ai microfoni di 'Sky Sport' ha parlato il direttore sportivo Massimiliano Mirabelli: "Noi abbiamo fatto una strategia precisa a inizio anno, ovvero quella di rivoluzionare la squadra, mettendo dentro giovani di grande valore. Ovviamente ci vuole tempo, ma abbiamo continuato nella nostra idea affidando la panchina ad uno come Gattuso. Siamo orgogliosi del suo lavoro".

Poi Mirabelli ha parlato anche delle voci sul suo futuro: "Sapevo di avere tanti nemici, che al primo momento di difficoltà sarebbero venuti fuori. Ma io non sono attaccato alla poltrona, per me chi vuole può venire qui e prendersi il mio posto, se la società glielo affiderà. Sto lavorando e ho sempre lavorato solo per il bene collettivo del Milan. Chi mi conosce lo sa bene".

Oggi vi abbiamo raccontato dei rumours su un presunto contatto tra Sabatini ed il Milan. Al momento non c'è nulla di veramente concreto, ma Mirabelli rispetto ad un anno fa è sicuramente sotto osservazione e valutazione.

Chiudi