Mata a Goal: "Inghilterra e Spagna possono vincere Euro 2016"

Commenti()
Getty Images
ESCLUSIVA - Il giocatore dello United, Juan Mata, ha analizzato la convocazione in occasione di Spagna-Inghilterra nella seconda parte della sua intervista a Goal.

Nell'ultima partita della Spagna, disputata contro l'Ucraina a Kiev, Juan Mata ha indossato la fascia da capitano per parte della gara. Un fatto particolare considerando che invece nella scorsa stagione il giocatore non era mai stato neppure convocato. Quest'anno, insomma, per la stella del Manchester United tutto è cambiato. O meglio tutto sembra tornato alla normalità. Mata quindi è stato convocato da Del Bosque anche per l'amichevole contro l'Inghilterra che servirà per preparare la spedizione di Euro 2016.

"Sono molto felice di essere in squadra", spiega Mata a Goal, "accolgo ogni convocazione con grande entusiasmo. Indossare la fascia da capitano è un sogno per qualsiasi giocatore spagnolo. Sono molto orgoglioso e spero di continuare a fare bene in modo da poter fare parte della lista per gli Europei. Sarebbe una grande ricompensa per me".

Pur senza avere approfondito ulteriormente con Del Bosque il suo ruolo in Nazionale o la sua convocazione per Francia 2016 è chiaro che il fatto di essere sempre stato convocato in questa stagione, con la competizione continentale così vicina, è un buon segnale per il giocatore del Manchester United: "Sono felice di esserci e di continuare a venire in Nazionale. Quando non venivo convocato era molto difficile perchè avevo sempre voglia di essere qui ma non avevo alcun dubbio che sarebbe successo, ho sempre avuto fiducia in me stesso, sapevo che un giorno sarei tornato in Nazionale dove ero già stato per tanti anni".

La sua ultima partita con le Furie Rosse prima di questa stagione risaliva addirittura ai Mondiali del 2014 in Brasile. Da allora è trascorso un anno intero che ha portato molti cambiamenti. Come si è trovato Mata a tornare in Nazionale? "Penso che ci sia un camio generazionale logico e normale. Non ci sono più alcuni giocatori che c'erano in Brasile, in parte per questioni d'età e in parte per scelta dell'allenatore, al loro posto sono arrivati molti giocatori giovani. Ma questa squadra ha ancora un alto livello di competitività per poter lottare per il titolo. La posta in gioco è molto alta per tutto quello che abbiamo fatto in questi ultimi 6-8 anni, ma l'entusiasmo e lavoglia sono gli stessi e c'è il talento necessario per essere ancora competitivi".

Trattandosi di due amichevoli contro Inghilterra e Belgio molti, in Spagna, pensano che la concentrazione della Nazionale sarà più sul Clasico previsto il 21 novembre. Mata però assicura che il mirino è puntato più sull'Inghilterra che su Real Madrid o Barcellona: "La verità è che nel gruppo non si sta parlando molto del Clasico. E' più una cosa che riguarda stampa e tifosi credo. Abbiamo già visto i video dell'Inghilterra, che è il nostro prossimo avversario, ed è questo quello che conta. E anche contro il Belgio. E' un buon segno che si tratti di due amichevoli perchè significa che abbiamo fatto bene e siamo già qualificati agli Europei".

Essendo l'Inghilterra la prima avversaria della Nazionale spagnola questo venerdì ad Alicante, è ovvio che Juan Mata non pensi ad altro. Infatti sarà una partita speciale per lui che affronterà la Nazionale del Paese in cui gioca e giocherà contro molti compagni di squadra: "Si, ho avuto modo di parlare con loro. Specialmente con Rooney su WhatsApp", rivela Mata.

"Rooney dice che sono pronti a vincere e che sono pronti ad affrontarci. Hanno visto un nostro video, sanno come giochiamo o come potremo giocare. Io penso che sono molto motivati per giocare questa partita e cercare di vincerla. E noi ovviamente dobbiamo essere pronti", spiega Mata a Goal.

Alla domanda se i desideri di Rooney hanno davvero fondamento ci sono poche persone più adatte a rispondere di Mata il quale gioca in Premier League da cinque anni e che è un grande appassionato di calcio al quale non sfugge nessun dettaglio. E attenzione perchè il numero 8 del Manchester United dà grande credibilità alle parole del capitano dell'Inghilterra: "Penso che hanno una grande squadra, un grande allenatore e sono pronti a lottare contro chiunque. Credo realmente che possano lottare per vincere il prossimo Europeo. Hanno molta qualità", assicura Mata sul quale saranno puntati molti occhi ad Alicante. Per il suo calcio, per il suo presente in Premier League e per il suo futuro nella nazionale spagnola.

Chiudi