Inter, Ranocchia sul 'caso' Icardi: "È stato un problema tra società e giocatore"

Commenti()
Ranocchia è tornato a parlare della rottura tra l'Inter e Icardi e del passaggio dell'argentino al PSG: "Una soluzione idonea a tutte e due le parti".

Condiviso lo spogliatoio dell' Inter per sei anni (seppur intervallati da qualche prestito in Italia e Inghilterra), Andrea Ranocchia è tornato a parlare della vicenda che ha portato all'addio - perlomeno temporaneo - di Mauro Icardi ai nerazzurri.

Con DAZN segui 3 partite della Serie A TIM a giornata IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Il difensore italiano ha provato a fare chiarezza ai microfoni di 'Sky Sport'.

Icardi non c’è più, è stato un problema tra società e giocatore e hanno trovato una soluzione idonea a tutte e due le parti. Adesso noi dobbiamo continuare sul lavoro iniziato".

Così l'ex capitano dell'Inter ha parlato del passaggio al Paris Saint-Germain dell'argentino, con il quale in passato ha appunto condiviso il fatto di aver indossato la fascia da capitano per i nerazzurri.

L'articolo prosegue qui sotto

In campo in entrambe le prime due giornate di campionato, vista l'assenza per infortunio di Stefan de Vrij, Ranocchia ha poi spiegato come l'obiettivo di Antonio Conte sia quello di puntare su un gruppo compatto.

“Tutti i giocatori che sono arrivati sono giocatori bravissimi. Giovani e un po’ più vecchi con esperienza che stanno facendo tutti bene. Ma la cosa che quest’anno deve essere straordinaria è il gruppo, che è la parte più importante e che ti fa vincere le partite e i trofei ".

Una dimostrazione arriva proprio dalla grande disponibilità che lo stesso Ranocchia ha espresso fin da subito a Conte pur sapendo di non essere una prima scelta. Il lavoro continuo deve essere il mezzo per arrivare a grandi risultati.

“Dobbiamo continuare su questa strada perché il campionato è lunghissimo, gli appuntamenti sono tanti. Ora inizieranno le partite consecutive ogni 3 giorni. Però il lavoro che stiamo facendo è indirizzato a creare qualcosa di straordinario".

Parole che dimostrano la grande ambizione che in questa stagione si respira in casa Inter.

 

Chiudi