Derby tra bomber a Torino: Belotti meglio di Higuain, più goal e assist

Commenti()
Getty Images
In vista di Torino-Juventus i dati dopo le prime quindici giornate premiano Belotti: più goal, più assist e una maggiore partecipazione al gioco rispetto a Higuain.

Nell'anno solare 2016 Gonzalo Higuain gli sta ancora davanti per numero di goal segnati (27 a 21) ma, negli ultimi mesi, Andrea Belotti si è prepotentemente avvicinato al capocannoniere dell'ultima Serie A che la scorsa stagione era stato capace di battere il record di Nordhal realizzando la bellezza di 36 reti.

Probabili Formazioni Serie A, 16ª giornata

Dal giorno del suo arrivo alla Juventus infatti, complice anche un modulo diverso e una posizione in campo più lontana dalla porta rispetto ai tempi di Napoli, la percentuale realizzativa di Higuain si è sensibilmente abbassata mentre Andrea Belotti ha iniziato a metterla dentro con la regolarità di un grande bomber tanto da avere finora segnato ben 10 goal in appena 13 presenze.

Il Pipita invece è ancora fermo a 7 in 15 partite, ma oltre al numero di goal a raccontare il momento completamente diverso vissuto dai numeri 9 delle due squadre di Torino ci sono altri dati. Decisamente significativi.

Belotti ad esempio ha messo lo zampino in tre reti del Torino come assist-man mentre Higuain non è ancora mai riuscito a mandare in goal un suo compagno. Inoltre l'attaccante granata ha creato ben 30 occasioni contro le 8 dell'argentino.

Anche in fase di non possesso, peraltro, l'apporto di Belotti in questo inizio di stagione è stato senz'altro superiore rispetto a quello di Higuain con 15 respinte, 41 falli subiti e 28 fatti. Numeri di un gladiatore diventato bomber.

Higuain invece può vantare un maggior numero di passaggi e una migliore percentuale di duelli vinti, seppure nettamente inferiori a livello numerico rispetto a quelli tentati da Belotti. Quasi pari infine il numero di palloni recuperati dai due attaccanti con l'argentino che si ferma a 33 contro i 34 del bomber granata.

Resta ovviamente grande quindi la curiosità in vista di domenica pomeriggio quando i due, ad oggi tra i migliori attaccanti della nostra Serie A, incroceranno i tacchetti sul prato dell'Olimpico di Torino per quello che sarà il primo Derby della Mole di Gonzalo Higuain. Re dei bomber chiamato a difendere il suo trono dal giovane avversario che sogna di prendersi in un solo colpo titolo di capocannoniere e supremazia cittadina.

 

Chiudi