Caos in Brasile per la Copa America: Casemiro non partecipa alla conferenza

Ultimo aggiornamento
Getty

Sul fronte Copa America sono giorni caldissimi. L'emergenza sanitaria da Covid-19 ha letteralmente stravolto la macchina organizzativa del torneo riservato alle nazionali del Sud America. 

Prima la designazione di Colombia e Argentina come paesi ospitanti, poi la recente decisione di affidare al Brasile il compito di ospitare i match dell'edizione numero 75 della rassegna continentale. 

Una scelta che ha suscitato parecchio malcontento anche e soprattutto all'interno della stessa nazionale verdeoro che si sarebbe espressa contraria alla disputa della manifestazione in Brasile.

Nell'ultima conferenza stampa il Ct Tite ha di fatto confermato, senza entrare troppo nel dettaglio, la posizione dei suoi calciatori. Emblematica in tal senso è stata l'assenza di Casemiro dall'appuntamento con la stampa al quale il centrocampista del Real Madrid avrebbe dovuto presenziare insieme al tecnico. 

I calciatori brasiliani che militano in Europa avrebbero indetto una riunione per parlare della situazione e manifestare il proprio dissenso nei confronti dell'attuale situazione. Dopo i match contro Ecuador e Uruguay la 'Selecao' - come ribadito da Tite - i calciatori parleranno dopo le due sfide di qualificazione mondiale:


"La nostra opinione su questo argomento è molto chiara e noi lealmente e abbiamo detto al presidente (il presidente della CBF, Rogério Caboclo) qual è la nostra opinione. Dopodiché abbiamo chiesto agli atleti di concentrarsi solo sulla partita contro l'Ecuador. Poi i giocatori hanno espresso la volontà di parlare direttamente con il presidente. È stata una conversazione molto diretta. Abbiamo una posizione ben precisa ma questo non è il momento per parlarne. La nostra priorità ora è giocare bene e vincere contro l'Ecuador. Comprendiamo che la situazione si chiarirà dopo questa pausa internazionale. I calciatori hanno maturato un'idea precisa, l'hanno detta al presidente e la diranno alla gente al momento giusto. Questo è il motivo per cui Casemiro, il nostro capitano, non era qui per questa intervista".