Bologna, Saputo infastidito: e Inzaghi si gioca la panchina

Commenti()
Getty Images
Bologna alle prese con una crisi di risultati che dura da troppo tempo: l'episodio delle croci ha fatto infuriare il presidente Joey Saputo.

Due mesi senza vincere in campionato e terz'ultimo posto in classifica che non lascia presagire nulla di buono: il Bologna è nei guai e dovrà correre velocemente per uscire da questa situazione ai limiti dell'irrecuperabile.

Con DAZN vedi oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Da parte dei tifosi soltanto rabbia, manifestata in modo becero con le croci apparse davanti al centro sportivo di Casteldebole e recanti i nomi di Fenucci, Bigon e Di Vaio, rispettivamente amministratore delegato, direttore sportivo e club manager rossoblù.

Episodio condannato duramente dal presidente Joey Saputo, intervenuto con un comunicato apparso sul sito del club: "Desidero per prima cosa ringraziare tutti i bolognesi, gruppi organizzati e singoli tifosi, che in queste ore hanno condannato pubblicamente la messinscena allestita ieri davanti ai cancelli di Casteldebole. Claudio Fenucci, Riccardo Bigon e Marco Di Vaio sono persone perbene che godono della mia piena stima professionale: a loro va la mia personale solidarietà.

Resta la gravità del fatto: mai avrei pensato che in una città come Bologna potessero verificarsi episodi del genere, che non posso in alcun modo collegare alla passione genuina dei veri tifosi rossoblù. Non concepisco e non concepirò mai che per uno sport, che dovrebbe essere motivo di divertimento e aggregazione, si arrivi a minacciare tre persone".

L'articolo prosegue qui sotto

Clima teso a causa dei risultati poco edificanti: "Sono arrivato a Bologna quattro anni fa investendo immediatamente più di 50 milioni per salvare e ricostruire il Club. Un lavoro lungo e difficile che abbiamo iniziato e stiamo portando avanti con altri importanti investimenti di capitali. Siamo pronti a presentare alla città un progetto di riqualificazione che farà del Dall’Ara uno stadio all’avanguardia.

Siamo consapevoli noi per primi che i risultati sul campo in questo momento non sono soddisfacenti, ma abbiamo sempre detto che la scalata a piazzamenti che ci tengano al riparo dalla possibilità di dover lottare per la salvezza avrebbe richiesto tempo e una crescita organica della società dalle fondamenta. Mi dispiace notare che un programma come questo, che rappresenta a mio parere l’unica via percorribile per un Club come il nostro, venga accolto da un clima di perenne insoddisfazione".

A tutto questo si aggiunge anche la situazione delicata relativa al tecnico Filippo Inzaghi, messo in discussione ma confermato dopo il ko di Empoli: proprio contro il suo ex Milan si giocherà la permanenza, per allontanare le candidature di Del Neri, Cosmi e Mihajlovic, tutti e tre in lizza per la successione secondo 'Tuttosport'.

Prossimo articolo:
Scommesse EFL Cup: quote e pronostico di Chelsea-Tottenham
Prossimo articolo:
Calciomercato Inter, Skriniar sul rinnovo: "Vicini all'accordo"
Prossimo articolo:
Dove vedere Real Madrid-Girona in tv e streaming
Prossimo articolo:
Dove vedere Chelsea-Tottenham in tv e streaming
Prossimo articolo:
Calciomercato Juventus, Ramsey subito: l'Arsenal può fare lo sconto
Chiudi