Genoa, Preziosi risponde a Garrone: "I nostri conti sono sanissimi, lo querelo"

Commenti()
Getty Images
L'ex presidente della Sampdoria aveva attaccato il Genoa: "In città c'è un'altra realtà sportiva che non può essere ceduta perchè è piena di debiti".

Un duello verbale a distanza e una lite che ora potrebbe anche proseguire in tribunale. È quanto è accaduto nelle ultime ore tra l'ex presidente della Sampdoria Edoardo Garrone e il patron del Genoa Enrico Preziosi, il quale ha dichiarato di essere pronto a querelare l'ex blucerchiato per le accuse lanciate nei confronti dei rossoblù.

Segui Copa America e Coppa d'Africa live e in esclusiva su DAZN

I fatti si sono svolti ieri sera, quando davanti a diversi tifosi della Sampdoria radunati in una piazza di Genova, Garrone ha attaccato i cugini difronte alle telecamere di 'Primocanale'.

"In città c'è un'altra realtà sportiva che non può essere ceduta perchè è piena di debiti, la Sampdoria invece non ha questi problemi perchè io i bilanci li conosco".

Uno sfogo che non è per nulla piaciuto al presidente del Genoa Enrico Preziosi, la cui risposta non si è fatta attendere. Come riportato da 'La Gazzetta dello Sport', il numero uno rossoblù ha infatti replicato prontamente.

Mi spiace sentire certe cose, perché i conti del Genoa non sono sani, ma sanissimi. Forse a Garrone brucia ancora l’ultima retrocessione… Spero che adesso lui abbia il coraggio di ripetermi certe cose in faccia, visto che frequentiamo la stessa spiaggia. Nel frattempo, però, lo querelo”.

Una lite inaspettata, con entrambe le società genovesi che nell'ultimo periodo stanno vivendo una fase molto delicata. Sia in casa Sampdoria che in casa Genoa restano infatti da valutare le circostanze che potrebbero portare a un cambio di società.

Chiudi