News LIVE

Venezia v Inter Cronaca della partita, 27/11/21

FIN
0 - 2
VEN
INT
H. Çalhanoğlu (34)
Lautaro Martínez (90+6 RIG)
Stadio Pierluigi Penzo
Venezia-Inter 0-2: Calhanoglu non si ferma più, vetta più vicina
22:53 CET 27/11/21
Inter celebrating Venezia Serie A
Terza rete consecutiva per Calhanoglu, l'Inter espugna Venezia di misura e mette pressione a Milan e Napoli. Nel finale raddoppio di Lautaro.

L'Atalanta vince, l'Inter risponde e attende i risultati di Napoli e Milan. In vista delle gare delle due capoliste, la formazione di Inzaghi fa il suo e batte il Venezia al Penzo grazie a Calhanoglu e Lautaro Martinez, portandosi ad un sola lunghezza dalla vetta. In vista dell'infrasettimane, l'Inter conferma il suo buon momento di forma, mentre il Venezia cade dopo il successo esterno dell'ultimo weekend.

Zanetti sceglie Kiyine e non Henry per completare l'attacco, che vede regolarmente titolare Okereke. Im mezzo c'è Vacca, spazio dal 1' per Caldara in difesa. Dall'altra parte Inzaghi lascia Lautaro Martinez in panchina, subito Correa in vista dell'infrasettimanale al pari di Dimarco. Out Vidal.

E' una prima fase di studio senza squilli da una parte o dall'altra, in una partita del Penzo bloccata in virtù di due squadre ben posizionate, da Zanetti con il 4-3-3 e da Inzaghi con il 3-5-2. Le occasioni non ci sono, almeno fino alla mezzora, quando la rete del vantaggio nerazzurra porta l'intero match a sbloccarsi anche in termini di occasioni create.

Al termine di un'elaborata azione centrale, in cui l'Inter non riesce a trovare lo spazio per l'ultimo passaggio, ci pensa Calhanoglu a concludere con un tiro a 100 km/h che non lascia scampo a Romero, andando a infilarsi all'angolo destro. Terza rete consecutiva per il turco, nuovamente decisivo dopo il goal all'esordio. Negli ultimi anni, solamente Messi ha segnato più goal da fuori rispetto all'ex Milan.

Dall'altra parte il Venezia capisce di non poter più aspettare per ottenere un risultato positivo, cominciando ad attaccare con più decisione. Dall'altra parte c'è però un Handanovic che dalla distanza difficilmente si lascia sorprendere, vedi il volo sul mancino destinato all'incrocio scoccato improvvisamente da Aramu.

Le ultime fasi della prima frazione sono però solamente un'illusione in una gara che rimane ancorata ai pochi tentativi di realizzazione: il Venezia spinge, concludendo dalla distanza, senzap però trovare varchi per impegnare Handanovic Henry ed anche dopo l'ingresso di Johnsen, mentre l'Inter fa il suo senza strafare mettendo dentro Dumfries, Vecino e Lautaro Martinez.

Proprio quest'ultimo, a pochi secondi dal triplice fischio, realizza dal dischetto il 2-0 per mano di Haps. Calhanoglu-Lautaro Martinez: l'Inter va.

IL TABELLINO E LE PAGELLE

VENEZIA-INTER 0-2

MARCATORI: 34' Calhanoglu, 96' Lautaro Martinez

VENEZIA (4-3-3): Romero 6.5; Mazzocchi 5.5 (62' Johnsen 5.5), Ceccaroni 5.5, Caldara 6, Haps 5; Vacca 6 (76' Tessmann 6), Ampadu 5.5 (82' Crnigoj sv), Busio 5.5; Aramu 6 (71' Henry 6), Okereke 5 (85' Forte sv), Kiyine 5.5. Allenatore: Zanetti

INTER (3-5-2): Handanovic 6.5; Skriniar 6.5, Bastoni 6.5, Dimarco 6.5; Darmian 6 (71' Dumfries 6), Barella 6 (82' Gagliardini sv), Brozovic 6.5, Calhanoglu 7 (57' Vecino 6), Perisic 6 (82' D'Ambrosio sv); Dzeko 5.5, Correa 5.5 (57' Lautaro Martinez 7). Allenatore: Inzaghi

Arbitro: Marinelli

Ammoniti: Aramu (V), Haps (V)

Espulsi: -