Udinese-Sassuolo 2-0: Llorente-Pereyra, i friulani ora volano
Llorente celebrating Udinese Sassuolo
Getty Images
Grazie a un goal di Llorente, al primo centro in campionato, e di Pereyra, l'Udinese prosegue la propria striscia positiva. Sassuolo deludente.

L'Udinese ci ha preso gusto. E ora mira la parte sinistra della classifica. Dopo aver sfiorato il colpaccio in casa del Milan a metà settimana, la formazione di Gotti ha la meglio sul Sassuolo: finisce 2-0 alla Dacia Arena, e i goal decisivi sono di Fernando Llorente e di Roberto Pereyra.

L'episodio più importante accade a tre minuti dall'intervallo: Molina pesca in mezzo all'area Llorente, che nonostante una mezza trattenuta di Ferrari riesce ad allungarsi e a battere Consigli con una zampata ravvicinata. Primo centro in campionato per l'ex centravanti di Juventus e Napoli.

In precedenza sempre Llorente era stato il più pericoloso, con un gran colpo di testa sventato da campione da Consigli. E anche dopo il vantaggio i neroverdi non riescono praticamente mai a spaventare Musso. Anzi, De Paul scuote la traversa con un gran tiro da fuori, anche se a gioco fermo.

Nel finale l'Udinese si vede assegnare anche un calcio di rigore per un fallo di mano in area di Locatelli: decisione cambiata, con l'intervento della VAR, per un precedente fuorigioco. Ma la vittoria arriva lo stesso, perché nel recupero, dopo che Musso ha detto di no a Djuricic, De Paul serve in area Pereyra, che piazza alle spalle di Consigli la palla del definitivo 2-0.

IL TABELLINO E LE PAGELLE

UDINESE-SASSUOLO 2-0

MARCATORI: 42' Llorente, 93' Pereyra

UDINESE (3-5-1-1): Musso 6.5; Bonifazi 6 (86' Becao sv), De Maio 6.5, Nuytinck 6; Molina 7, De Paul 7, Arslan 6 (73' Makengo sv), Walace 6, Stryger Larsen 6.5; Pereyra 6.5; Llorente 7 (86' Nestorovski sv).

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli 6; Toljan 5.5, Marlon 5.5, Ferrari 6, Kyriakopoulos 5.5; Ayhan 5 (65' Defrel 5), Locatelli 5.5; Berardi 6, Maxime Lopez 5 (78' Obiang sv), Traore 5 (46' Djuricic 6); Raspadori 5 (46' Caputo 5).

Arbitro: Maggioni

Ammoniti: De Paul