Svezia-Belgio 0-1: Diavoli Rossi ok, decide Nainggolan
Getty Images
A Nizza la Svezia perde 0-1 con il Belgio e viene eliminata da Euro 2016. I Diavoli Rossi chiudono al 2° posto del Gruppo E grazie a una prodezza di Nainggolan.

SVEZIA-BELGIO 0-1

MARCATORI: 84' Nainggolan

Il Belgio supera 1-0 nel finale la Svezia e la elimina da Euro 2016, qualificandosi agli ottavi di finale come seconda nel Gruppo E dietro l'Italia. La gara di Nizza è vivace e molto equilibrata, ma ad imporsi sono i Diavoli Rossi grazie a una prodezza del centrocampista della Roma Radja Nainggolan.

Ibrahimovic chiude la sua carriera con la Svezia nel modo più amaro. Agli ottavi la squadra di Wilmots sfiderà l'Ungheria.

CONFERMA CARRASCO - Hamren manda in campo la Svezia con il consueto 4-4-2. Fra i pali il gigante Isaksson, davanti a lui una linea difensiva a 4 composta da Lindelof, Johansson, l'ex genoano Granqvist e Olsson.

A centrocampo sulle fasce agiscono Larsson e Forsberg, con Ekdal e Kallstrom interni. Davanti infine Berg torna a far coppia con Zlatan Ibrahimovic.

Nel Belgio Wilmots cerca di non farsi sfuggire il 2° posto e schiera Courtois fra i pali, Meunier e Vertonghen terzini, Alderweireld e Vermaelen centrali. Coppia di mediani formata da Witsel e Nainggolan.

In attacco Lukaku è confermato come unica punta, mentre alle sue spalle agiscono il confermato Ferreira-Carrasco (preferito a Mertens), De Bruyne e Hazard. Panchina per Fellaini.

RITMI ALTI - La partita comincia subito su ritmi elevati. Al 3' Hazard appoggia per Witsel, che calcia da fuori area: tiro deviato da Ekdal e palla sul fondo in calcio d'angolo. Dall'altra parte la Svezia, che per qualificarsi deve vincere, sfiora il vantaggio al 5': potente conclusione acrobatica di Berg da centro aerea, Courtois è reattivo e respinge.

Passano pochi secondi e dall'altra parte c'è la risposta dei Diavoli Rossi: diagonale dalla sinistra di Lukaku, con il pallone che deviato leggermente da Lindelof esce di poco dall'altra parte, con l'arbitro che assegna il calcio d'angolo alla squadra di Wilmots.

SCHERMAGLIE - Le due squadre continuano a provarci, ma non sempre c'è precisione nelle conclusioni a rete. Al 24' Larsson prova il gran tiro da lontano, ma la sua botta esce di molto sulla destra. Immediata la risposta dei belgi: Hazard parte dalla sinistra, si accentra e scarica per De Bruyne: bel tiro del giocatore del Manchester City, ma la traiettoria è centrale e Isaksson può bloccare.

Al 26' all'improvviso si sveglia dal torpore Ibrahimovic, per la verità non certamente ben servito dai compagni: buon destro dal limite dell'area, con il pallone basso che esce di pochissimo sulla sinistra.

Segue una fase di grande equilibrio fra le due squadre, ma il Belgio ha sullo scadere della prima frazione una ghiotta occasione per passare in vantaggio. De Bruyne effettua un tiro-cross dalla sinistra, si inserisce bene nell'area della Svezia Vermaelen, che tocca leggermente di testa: Isaksson è molto bravo a sfiorare con la punta delle dita e a mettere in corner, ma l'arbitro non vede la deviazione e assegna la rimessa da fondo campo.

IL PARI NON SI SBLOCCA - L'inizio della ripresa vede la Svezia completamente riversata in attacco alla ricerca del goal della vittoria. Gli svedesi sono però spesso precipitosi nell'ultimo passaggio e commettono molti errori nel fraseggio, facilitando il recupero palla del Belgio.

Il Belgio si difende con ordine, anche se ogni tanto pecca di leggerezza. Al 68' Ibrahimovic allarga sulla sinistra per Berg, che calcia di controbalzo e trova la deviazione di un difensore avversario, con il pallone che si impenna e finisce in calcio d'angolo. Hamren rischia mettendo dentro un esterno offensivo, Durmaz, al posto di Larsson. Wilmots risponde inserendo Mertens al posto di Ferreira-Carrasco.

Il Belgio ha una ghiotta occasione al 73': Lukaku sfugge alla difesa avversaria ma trova la risposta di Isaksson, che nell'uno contro uno riesce a salvare.

Ancora il centravanti del Belgio si invola in velocità e deposita il pallone in rete, ma l'arbitro annulla la realizzazione per fuorigioco del giocatore dell'Everton. Al 76' ci riprova Ibrahimovic, ma la sua conclusione sporcata su punizione dal limite trova la parata di Courtois.

Al 79' Mertens serve spalle alla porta Lukaku, che si gira e calcia con il suo piede debole, il destro: pallone alto sopra la traversa. Un minuto dopo Mertens salta tre avversari in dribbling e calcia a rete d'interno destro: Isaksson è bravo a respingere.

PRODEZZA NAINGGOLAN - Gli ultimi 10 minuti di gara vedono la Svezia all'assalto della porta di Courtois. All'83', su corner battuto da Kallstrom, svetta di testa Granqvist: l'ex genoano colpisce bene di testa, ma sulla riga di porta è provvidenziale il salvataggio di De Bruyne.

Dopo aver rischiato di soccombere, il Belgio riesce a trovare il goal della vittoria all'84: su cross dalla sinistra di Mertens, Nainggolan calcia di controbalzo dai 30 metri e infila Isaksson imparabilmente sulla sinistra. Al 90' il neoentrato Benteke impegna severamente Isaksson, andando vicino al raddoppio.

Per il Belgio è la seconda vittoria di fila ad Euro 2016. La Svezia di Ibrahimovic, ultima con 1 punto, saluta invece il torneo.

Commenti ()