Sampdoria-Verona 3-1: rimonta blucerchiata nella ripresa, scaligeri ribaltati
Jakub Jankto Sampdoria Verona Serie A
Getty
La Sampdoria supera per 3-1 in rimonta il Verona. A decidere nella ripresa sono i goal di Jankto, Gabbiadini e Thorsby.

La Sampdoria torna alla vittoria in campionato e lo fa grazie ad una spettacolare rimonta. La compagine blucerchiata infatti, dopo aver chiuso in svantaggio il primo tempo contro un Verona sin lì ottimo, con una grande ripresa ha ribaltato il risultato, garantendosi quei tre punti che adesso le consentono di tallonare proprio gli scaligeri in classifica.

Al Ferraris, ritmi elevatissimi fin da subito. Le due compagini si sfidano a viso aperto e senza il minimo timore e la cosa si traduce in continui cambi di fronte. Al 13’ il vantaggio degli ospiti: prodezza balistica di Lazovic direttamente da calcio di punizione dal limite: il pallone si insacca alle spalle dell’incolpevole Audero.

Sotto di una rete, la Samp prova subito a reagire con Verre, ma il Verona risponde immediatamente con Zaccagni. La partita è bella e intensa, ma a farsi preferire sono gli uomini di Juric che, grazie ad un pressing molto alto, riescono a guadagnare metri in campo chiudendo la prima frazione avanti non solo nel risultato.

Ad inizio ripresa Ranieri ridisegna la Sampdoria inserendo Keita, Candreva e Gabbiadini per Verre, Damsgaard e La Gumina ed i suoi cambi danno immediatamente i frutti sperati. Già al 46’, proprio sugli sviluppi di un’azione sulla destra di Candreva, Keita si vede respingere il suo tiro da Dawidowicz, ma la sfera arriva dalle parti di Jankto che con un potente sinistro non lascia scampo a Silvestri. E’ 1-1.

Al 51’ il portiere del Verona deve superarsi per anticipare ancora Jankto, ma ormai la Sampdoria vola sulle ali dell’entusiasmo. Trovate le giuste misure in campo, i padroni di casa iniziano a spingere con maggiore decisione e al 73’ passano in vantaggio: fallo di Tameze ai danni di Keita, per l’arbitro è rigore. Sul dischetto si presenta Gabbiadini che non sbaglia.

A chiudere poi definitivamente la pratica ci pensa all’82’ Thorsby che, sfruttando un errore in uscita di Silvestri, di testa capitalizza al meglio un cross di Silva calando il 3-1.

Il Verona, ormai alle corde, ha un ultimo sussulto in pieno recupero quando Dawidowicz coglie il palo ad Audero battuto. E’ l’ultima emozione di un match che Ranieri e i suoi uomini hanno saputo ribaltare con grande personalità.

IL TABELLINO E LE PAGELLE

SAMPDORIA-VERONA 3-1

Marcatori: 13’ Lazovic (V), 46’ Jankto (S), 73’ rig. Gabbiadini (S), 82’ Thorsby (S)

SAMPDORIA (4-4-2): Audero 6,5; Bereszynski 6,5, Yoshida 6,5, Colley 6, Augello 6; Damsgaard 5,5 (46’ Candreva 6,5), Thorsby 7, Adrien Silva 7, Jankto 7 (86’ Tonelli s.v.); Verre 5,5 (46’ Keita 7), La Gumina 5,5 (46’ Gabbiadini 7). All. Ranieri

VERONA (3-4-2-1): Silvestri 5,5; Dawidowicz 5,5, Gunter 6 (77’ Lovato s.v.), Dimarco 6; Faraoni 6, Sturaro 6 (58’ Tameze 5), Barak 5 (77’ Favilli s.v.), Lazovic 6,5; Salcedo 5,5 (82’ E. Colley s.v.), Zaccagni 6,5 (58’ Bessa 5,5); Lasagna 5,5. All. Juric

Arbitro: Dionisi

Ammoniti: Verre (S), Faraoni (V), Tameze (V), Dawidowicz (V), Keita (S), Yohida (S)

Espulsi: -