Roma-Torino 4-1: La Lupa è un Toro, ripreso il 2° posto
La Roma supera il Torino con un secco 4-1, che la rilancia al secondo posto: Dzeko, Salah, Paredes e Nainggolan in rete. A segno anche Maxi Lopez.

La Roma schiaccia il Torino in casa e si prende la rivincita sulla gara dell’andata. Il 4-1 mette a tacere chi pensava che la squadra di Spalletti fosse stanca. Dzeko continua a segnare, Salah, Paredes e Nainggolan ci mettono lo zampino e la rincorsa continua…
 
SI RIVEDE JUAN JESUS - Sfida cruciale all’Olimpico per continuare a sognare in vetta. La Roma per battere il Torino in casa schiera il classico 3-4-2-1 con Szczesny in porta, difesa formata da Manolas, Fazio e Juan Jesus, a metà campo Bruno Peres, Strootman, Paredes, Emerson Palmieri, in avanti Naiggolan e Salah a supporto di Dzeko.
 
Miahilovic per i Granata sceglie il 4-3-3: tra i pali Hart, linea difensiva formata da Zappacosta, De Silvestri, Moretti e Barreca, a centrocampo Benassi, Lukic e Baselli, in attacco Iago Falque e Ljaic, due ex giallorossi, a dar man forte a Belotti.
 
ROMA DEVASTANTE - La Roma parte subito forte con Dzeko pericoloso in area avversaria. E’ Juan Jesus però al 4’ si divora la rete del possibile vantaggio sugli sviluppi di calcio d’angolo. Il Toro controbatte e cerca di portarsi in avanti. Dzeko smorza subito gli entusiasmi degli avversari al 10’: il bosniaco scambia con Nainggolan e poi tira un missile di destro che trafigge Hart. E’ il ventinovesimo gol stagionale per lui. I giallorossi, presi dall’entusiasmo, continuano a spingere forte.

Tre minuti dopo un’altra grande occasione: ancora un cross dalla destra per Dzeko che stacca di testa favorendo Emerson che riesce solo a toccare in fallo di fondo. Salah al 17’ raddoppia con un super gol di sinistro potentissimo sul primo palo. Sempre l’egiziano al 20’ di sinistro a giro sbaglia di pochissimo il 3-0 cogliendo il palo.
 
IL TORO CI PROVA - Il Toro è stordito, ma manca ancora molto alla fine, quindi non demorde. Belotti è sempre pericoloso, anche se deve stare attento a non cadere in fuorigioco: La squadra di Mihailovic cerca di ripartire velocemente, pressando sui padroni di casa, che però coprono bene. I giallorossi rifiatano e provano a controllare sulla metà campo, lasciando pochi spazi aperti.

L'articolo prosegue qui sotto

Al 35’ con un’azione continuata i granata conquistano un corner che però si risolve in un nulla di fatto. La perseveranza del Torino premia. Lukic al 40’ con un tiro da fuori spaventa i romanisti che hanno abbassato il ritmo: la palla esce di pochissimo. Il buon momento per gli ospiti continua e allo scadere del primo tempo Benassi sbuca al centro dell’area in corsa, Szczesny è attento e blocca.
 
PAREDES CI METTE LO ZAMPINO - La gara riparte pimpante. Ottimo spunto del Torino al 50’ che con Lukic entra in area di rigore ma viene chiuso da Fazio in calcio d'angolo. La Roma in avanti subito dopo ci prova con Dzeko per ben due volte, ma non va. Bella palla in verticale per Lukic al 54’ che la mette in mezzo, Baselli arriva in ritardo e non riesce a deviare in porta. Giallo al 56’ proprio Lukic che atterra Emerson in corsa.

Iago Falque al 58’ lascia il posto a Iturbe, un altro ex giallorosso. Ammonito anche Benassi al 61’ per trattenuta su Strootman. Il match è meno avvincente del primo tempo, ma i rovesciamenti di gioco non mancano. Belotti approfitta di un errore di Strootman, la sua conclusione, però, è debole. Paredes al 65’ mette la sua impronta sulla gara centrando il 3-0 con un tiro al volo dai 25 metri, un bolide di destro imparabile.
 
NAINGGOLAN RISPONDE A LOPEZ - Benassi al 70’ lascia il posto a Boyé. Da un angolo per il Toro sessanta secondi dopo nasce una ripartenza ficcante della Roma. Salah scappa via e rimedia a sua volta un corner. Arriva il cambio pure per i giallorossi: Vermaelen entra per Manolas, diffidato. I padroni di casa, galvanizzati, macinano gioco e sfiorano ancora il gol al 75’, fermati solo dal fuorigioco di Peres. Dzeko si mangia anche la sua di doppietta al 77’ con un tiro altissimo. Ljaic al 79’ esce per Maxi Lopez, è il terzo e ultimo cambio. E’ proprio l’argentino a ritrovarsi una buona palla tra i piedi, ma Szczesny para.

Il momento di Totti arriva all’82’, il n.10 entra per Strootman. Sall’84’ Salah in avanti lo serve bene, il tiro al volo da fuori area però non è buono e va fuori di parecchio. Lopez all’85’ accorcia le distanze grazie a un passaggio filtrante che beffa tutta la difesa della Roma e segna solo davanti la porta il 3-1. Ultimo cambio anche per la Roma all’89’: Dzeko esce per Perotti. Gli ospiti tornano in avanti, Boyé calcia un diagonale lento, Szczesny c’è.  Per i tifosi giallorossi, però, non è ancora finita: tornano a esultare nel recupero per la perla di Nainggolan che, su assist di Totti, segna il 4-1. Finisce qui.

Commenti ()