Roma-PSG 4-6 dcr: L'ex Marquinhos punisce i giallorossi
La Roma cade ai rigori col PSG nell'International Champions Cup: Marquinhos-Sadiq, poi dal dischetto decisivi l'errore di Gerson e il goal dell'ex.

Esordio con beffa all'International Champions Cup per la Roma. A Detroit i giallorossi tengono testa al Paris Saint-Germain, poi cedono nella lotteria dei rigori che premia i francesi.

Di Francesco propone dall'inizio Manolas-Juan Jesus coppa difensiva ed Hector Moreno terzino sinistro, Pellegrini in mediana con Gonalons e Strootman ed un tridente formato da Iturbe, Dzeko e Perotti.

Giallorossi ancora in fase di rodaggio rispetto alla squadra di Emery, che poco dopo la mezz'ora passa con l'ex Marquinhos lesto a trafiggere Alisson con una conclusione dal limite al termine di una mischia in area.

Dominio PSG nella prima frazione, Roma nervosa (battibecco in campo tra Strootman e Perotti) ma che nella ripresa con diversi volti nuovi riesce a pareggiare: Gerson lancia Sadiq che addomestica la sfera e batte Areola.

Giallorossi meglio nella seconda frazione ma che nel finale calano fisicamente, Matuidi si divora il goal vittoria e il match va ai rigori: Gerson calcia fuori e fa registrare l'unico errore della serie, Marquinhos si ripete dopo la rete nei 90' condannando la sua vecchia squadra al ko.

IL TABELLINO

ROMA-PSG 4-6 DCR

RETI: 36' Marquinhos (P), 60' Sadiq (R)

SEQUENZA RIGORI: Lucas goal-Bruno Peres goal / Nkunku goal-Nainggolan goal / Callegari goal-Gerson fuori / Edouard goal-De Rossi goal / Marquinhos goal

ROMA (4-3-3): Alisson; Peres, Manolas (45’ Fazio), Juan Jesus (83′ Seck), Hector Moreno (45’ Castan); Pellegrini (45’ Gerson), Gonalons (62′ De Rossi), Strootman (45’ Nainggolan); Iturbe (45’ Tumminello), Dzeko (45’ Sadiq), Perotti (62′ Antonucci). All. Di Francesco

PSG (4-2-3-1): Areola; Dani Alves (69′ Nkunku), Thiago Silva (45′ Kimpembe), Marquinhos, Kurzawa (72′ Yuri); Thiago Motta (69′ Callegari), Rabiot (45′ Matuidi); Lucas Moura, Pastore (69′ Guedes), Lo Celso (82′ Edouard); Jesé (82′ Bernade). All. Emery.

Commenti ()