Roma-Napoli 1-2: Doppio Mertens, gli azzurri 'vedono' il 2° posto
Colpo esterno del Napoli di Sarri, che si impone 2-1 all'Olimpico sulla Roma di Spalletti e si avvicina al 2° posto, distante ora 2 punti.

Bella vittoria del Napoli, che si impone 2-1 all'Olimpico contro la Roma nello scontro diretto fra le due duellanti per il 2° posto. I partenopei, nonostante il turnover, sono più incisivi in attacco e segnano due goal con Mertens.

I giallorossi giocano a sprazzi, ma nel finale colpiscono un palo con Salah e accorciano le distanze con Strootman. Al termine di una gara emozionante ad esultare è il Napoli, che con i 3 punti si porta a -2 in classifica dai rivali e può presentarsi con fiducia alla sfida del San Paolo contro il Real Madrid.

ROMA CON IL 4-2-3-1, TURNOVER SARRI - Spalletti sorprende cambiando modulo: niente 3-4-2-1, si torna al 4-2-3-1. Davanti a Szczesny, Rudiger e Juan Jesus sono i 2 terzini, con Manolas e Fazio a comporre la coppia centrale. De Rossi e Strootman presidiano la mediana. In attacco Dzeko è il centravanti, con El Shaarawy, Nainggolan e Perotti in appoggio. Panchina per Bruno Peres e Salah.

Solito modulo per Sarri, il 4-3-3, cambiano invece alcuni interpreti anche in vista dell'impegno di Champions contro il Real Madrid. Fra i pali Reina, con Hyasj e Ghoulam esterni bassi e Albiol-Koulibaly al centro della difesa. 

Rivoluzione a centrocampo: out Zielinski e Diawara, con capitan Hamsik dentro Rog e Jorginho in regia. In attacco Mertens vince il ballottaggio con Milik e agisce da falso nove, con Callejòn e Insigne sulle ali.

SCHERMAGLIE - La gara inizia su buoni ritmi e da una parte e dall'altra non mancano le occasioni da rete. Al 9' De Rossi pesca in area El Shaarawy, che si incunea nella difesa azzurra ma viene fermato dall'uscita tempestiva di Reina.

Ancora i padroni di casa pericolosi al 12': rasoterra da fuori area di Nainggolan, tiro non irresistibile e per Reina non è difficile bloccare il pallone. Un minuto dopo arriva il primo sussulto partenopeo: Hamsik pennella dalla sinistra dell'area per Mertens, che colpisce al volo da centro area ma mette sul fondo.

Al 23' rete annullata alla Roma: Perotti controlla con un braccio prima di scagliare con potenza il pallone in fondo alla rete. Al 25' Callejòn riceve palla sulla trequarti e prende la mira col destro: conclusione alta sopra la traversa.

MERTENS COLPISCE... ED ESULTA - La pressione del Napoli aumenta e al 26' i partenopei si portano in vantaggio: bella verticalizzazione di Hamsik per Mertens, che si invola centralmente nell'area della Roma e sull'uscita di Szczesny lo batte con un bel pallonetto andando poi a mimare il gesto del cane che fa la pipì sulla bandierina.

Il goal subito scuote la Roma, che prova subito a pareggiare. Al 33' ghiotta occasione per Strootman, che da centro area ci prova di potenza col sinistro e spedisce alto sopra la traversa.

Episodio dubbio al 39': Mertens, ancora imbeccato da Hamsik in verticale, taglia in 2 la difesa della Roma e insacca con un gran destro, ma l'arbitro annulla per un presunto fallo in partenza che il belga avrebbe commesso su Fazio.

CI PROVA LA ROMA, MERTENS RADDOPPIA - Anche il 2° tempo inizia su ritmi molto alti. La squadra di Spalletti è determinata a trovare il pari e lo si capisce al 48', quando Nainggolan ruba palla sulla trequarti ed effettua un gran tiro dal limite dell'area: pallone deviato che finisce in calcio d'angolo.

Gli sforzi dei giallorossi vengono però vanificati al 50'. Insigne calibra un cross teso dalla sinistra, sul quale all'altezza del secondo palo irrompe Mertens, che insacca il pallone del 2-0 per gli azzurri. Per la Roma un'autentica mazzata.

La seconda parte della ripresa vede la squadra di Spalletti spingersi in attacco per riaprire la partita. Al 52' Perotti effettua un tiro-cross dalla sinistra, sul quale Reina è bravo a smanacciare in calcio d'angolo.

Spalletti rompe gli indugi ed effettua un doppio cambio, inserendo Bruno Peres per Fazio e Salah per El Shaarawy. Al 62' si vede Dzeko: il bosniaco scappa via in progressione a Koulibaly e calcia dalla destra dell'area: diagonale 'strozzato', con la palla che esce dall'altra parte.

C'è poi un diverbio fra Sarri e l'arbitro Banti, che al 70' decide di allontanare il tecnico napoletano. La sfortuna si accanisce poi con la squadra azzurra, visto che al 74' Mertens si fa male alla caviglia e deve uscire per lasciar spazio a Zielinski.

L'articolo prosegue qui sotto

ACCORCIA STROOTMAN NEL FINALE - I giallorossi continuano a provarci: al 78' Salah riceve da Dzeko e mette di poco a lato sul primo palo. Nel Napoli rifiata Hamsik, con Milik che entra al suo posto. Dzeko mette fuori di testa, poi è Rog all'84' a vedersi negare da Szczesny la gioia personale del goal al termine di una grande gara. All'86' su una palla persa dal Napoli, Nainggolan pesca Salah in velocità ma il tiro dell'egiziano si ferma sul palo a Reina battuto.

In zona Cesarini i giallorossi riescono a riaprire la contesa: scarico di Perotti per Strootman, che con un bel tiro di sinistro infila Reina sul palo più lontano. Il 2-1 galvanizza la Roma, che si riversa in attacco nei 5 minuti di recupero. Al 92' Reina è miracoloso nel salvare su Salah nell'uno contro uno, un minuto dopo invece Perotti calcia a giro ma non trova la porta mettendo a lato.

Al 94' solo un miracolo di Reina salva il Napoli: su botta da fuori area di Perotti, il portiere spagnolo devia sulla traversa e poi con la gamba di richiamo mette in corner prima che Salah si impossessi del pallone. Finisce 2-1 per il Napoli, che può presentarsi così nel migliore dei modi alla grande sfida con il Real Madrid. 

Commenti ()