News LIVE

Portogallo v Germania Cronaca della partita, 19/06/21

FIN
2 - 4
POR
GER
Cristiano Ronaldo (15)
Diogo Jota (67)
Rúben Dias (35 AUT)
Raphaël Guerreiro (39 AUT)
K. Havertz (51)
R. Gosens (60)
Allianz Arena
Portogallo-Germania 2-4: CR7 illude, tedeschi a valanga
19:53 CEST 19/06/21
Cristiano Ronaldo, Portugal vs Germany Euro 2020
Il vantaggio di Ronaldo non basta: Gosens si scatena, propizia un autogoal, mette in porta Havertz e segna anche. I lusitani rischiano.

La Germania offre la miglior risposta possibile alla sconfitta all'esordio contro la Francia. Il secondo big match del gruppo F contro il Portogallo è un tripudio di goal, un festival degli attacchi brillanti e delle difese ballerine. A brillare è soprattutto la squadra di Joachim Löw, che con un poker nel giro di 25 minuti si prende la vittoria, sale a 3 punti agganciando proprio la squadra di Cristiano Ronaldo.

Approccio alla partita migliore della Germania, che punta sullo stesso undici visto contro la Francia, con un Goretzka in più dalla panchina. Dopo 5 minuti arriva anche il goal che fa festeggiare Monaco, a firma Gosens: un fuorigioco di Gnabry nega la gioia all'esterno atalantino. Lusitani in apnea e aggrappati alle mani di Rui Patricio, decisivo su Havertz, e al muro dei centrali di difesa e di centrocampo, spesso molto bassi, quasi sulla linea difensiva.

A sbloccarla è però il Portogallo, alla prima risalita del campo dopo un corner: lancio millimetrico di Bernardo Silva per Jota che scatta in posizione regolare e offre a CR7 un pallone solo da spingere in porta per il suo primo goal contro la Germania. Il pallino del gioco rimane in mano agli uomini di Löw, che attaccano soprattutto dalle fasce alla ricerca delle deviazioni giuste. Curiosamente, le trovano i giocatori del Portogallo: prima di Ruben Dias su cross basso di Gosens, poi di Guerreiro nel tentativo di anticipare Gnabry.

Così nel giro di 5 minuti, tra il 35' e il 39', la Mannschaft la ribalta, diventando anche la prima squadra a beneficiare di due autogoal nella stessa partita agli Europei. In apertura di ripresa arriva anche il goal 'in proprio', propiziato ancora una volta dalle iniziative di Gosens 'telecomandato' da Thomas Müller. Altro cross basso, altra deviazione, stavolta di Havertz che anticipa tutti e si prende il goal. L'esterno dell'Atalanta, totalmente dimenticato dalla difesa lusitana, all'ora di gioco riesce finalmente anche a segnare, di testa su invito di Kimmich.

Löw concede riposo al suo numero 20, migliore in campo a Monaco, e a Hummels, ma il Portogallo è ancora vivo. Ronaldo restituisce il favore a Jota regalandogli l'assist per il 2-4. Goal che serve solo per le statistiche, anche se Renato Sanches va ad un palo dal riaprire tutto. A proposito: per il Portogallo c'è anche la magra consolazione dell'ennesimo record di Cristiano Ronaldo, diventato il miglior marcatore tra Europei e Mondiali, a 19 goal, pari con Klose. La qualificazione, invece, rimane in bilico. La Germania può sperare anche nel primo posto.

IL TABELLINO

PORTOGALLO-GERMANIA 2-4

Marcatori: 15' Ronaldo, 35' aut. Ruben Dias, 39' aut. Guerreiro, 50' Havertz, 60' Gosens, 67' Jota

PORTOGALLO (4-3-3): Rui Patricio 5; Semedo 4, Pepe 4, Ruben Dias 4.5, Guerreiro 4; William Carvalho 5 (58' Rafa Silva 6), Danilo Pereira 5.5; Bernardo Silva 6.5 (46' Renato Sanches 5.5), Bruno Fernandes 4.5 (64' Moutinho 6), Diogo Jota 6.5 (83' André Silva 5.5); Cristiano Ronaldo 6.5. All. Santos

GERMANIA (3-4-3): Neuer 6; Ginter 6, Hummels 6 (63' Can 6), Rüdiger 6.5; Kimmich 7, Kroos 6.5, Gündogan 6 (73' Süle 6), Gosens 8 (62' Halstenberg 6); Müller 6.5, Gnabry 6.5 (88' Sané s.v.), Havertz 7 (73' Goretzka 6). All. Löw

Arbitro: Taylor (Inghilterra)

Ammoniti: Havertz, Ginter

Espulsi: -