Porto-Juventus 2-1: bianconeri k.o, sarà decisivo il ritorno
Taremi Porto Juventus Champions League
Getty
Doppio vantaggio del Porto con due errori bianconeri, poi la rete di Chiesa che ha riaperto tutto in vista del match di Torino.

Doppia fotografia: Rabiot che si scontra Kulusevski e Cristiano Ronaldo che sbatte contro Alex Sandro. Due episodi, questi, che sottolineano tutta la confusione proposta dalla Juventus al do Dragão in un match che, paradossalmente, ha di buono solo il risultato. Con la rete trovata in casa del Porto che, in termini di qualificazione, in vista del ritorno potrebbe significare molto se non tutto.

Conceicao punta sul 4-4-2, con Marega al fianco di Taremi. In mezzo c'è Uribe con Oliveira, mentre sulle fasce spazio a Corona e Otavio. Tra i pali gioca Marchesin, con Manafa, Mbemba, Pepe e Zaidu a comporre il pacchetto arretrato.

Pirlo non può contare su Arthur e Cuadrado, con Bonucci e Dybala – non in perfette condizioni – in panchina. in attacco Kulusevski a supportare Cristiano Ronaldo. Quartetto di centrocampo composto da Chiesa, Bentancur, Rabiot e McKennie. In porta c'è Szczesny. In difesa Danilo, De Ligt, Chiellini e Alex Sandro.

Primo tempo agghiacciante per la Juve che, pronti via, si ritrova sotto. Altro giro, altro erroraccio di Bentancur nella prima impostazione: musica per le orecchie di Taremi che, dal nulla, si sblocca l’incontro con la più facile delle reti. Linee strette, strettissime, quelle proposte dai padroni di casa.

Con i bianconeri a faticare in lungo e in largo. Poche idee, poco ritmo, un solo tentativo. Al 40, in rovesciata con Rabiot, chiara fotografia di una squadra – nel piano gara – dannatamente in difficoltà. Come se non bastasse, poi, ecco il solito polpaccio a fermare Chiellini, sostituito da Demiral.

Nella ripresa, inoltre, la Juve decide di perseverare. Come? Venendo punita nuovamente in avvio. Questa volta da Marega che, privo di qualsiasi marcatura, firma il raddoppio. Nel momento di maggiore difficoltà bianconera, ecco la trama sul binario Rabiot-Chiesa: con quest’ultimo a siglare il goal della speranza in vista del ritorno. Danilo, diffidato, salterà la gara del 9 marzo allo Stadium. 

IL TABELLINO E LE PAGELLE

PORTO-JUVENTUS 2-1

MARCATORI: 2’ Taremi, 46’ Marega, 82’ Chiesa

PORTO (4-4-2): Marchesin 6.5; Manafa 7, Mbemba 6.5, Pepe 7, Zaidu 6.5; Corona 7 (90’ Ndiaye s.v.), Oliveira 7 (90’ C. Conceicao s.v.), Uribe 6.5, Otavio 6.5 (57’ Luis Diaz 6); Marega 7 (66’ Grujic 6), Taremi 7. Allenatore: Sergio Conceiçao

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny 5; Danilo 5.5, De Ligt 5.5, Chiellini 5, Alex Sandro 4.5; Chiesa 6.5, Rabiot 6, Bentancur 4, McKennie 5 (62’ Morata 6); Kulusevski 4.5, Cristiano Ronaldo 5. Allenatore: Pirlo

Arbitro: Carlos del Cerro Grande

Ammoniti: De Ligt (J) Demiral (J), Alex Sandro (J)

Espulsi: -