Pescara-Palermo 2-2: Spettacolo all'Adriatico, rosanero in testa
Getty
Parità nel big match tra Pescara e Palermo: Brugman e Capone per i padroni di casa, Chochev e Nestorovski in goal tra gli ospiti.

Spettacolo doveva essere, spettacolo è stato. Il 13esimo turno di Serie B si è aperto col botto: il big match tra due delle favorite per il ritorno in A, ovvero Pescara e Palermo , si è concluso con un 2-2 pieno di emozioni in entrambe le frazioni e da entrambi i versanti.

Primi dieci minuti di studio all'Adriatico, poi l'esplosione del match, con il team di Zeman in vantaggio al 10' grazie a Capone : alla prima vera occasione del match i padroni di casa vanno in vantaggio. Errore di Cionek in difesa sul lancio di Coda dalle retrovie che trova l'attaccante abruzzese per il preciso diagonale mancino e l'1-0.

Il Pescara va vicinissimo al raddoppio dopo un altro errore difensivo del Palermo, ma sono i rosanero a trovare la via del goal al minuto 15: Rispoli entra in area, Mazzotta devia e Chochev spedisce in porta sul lato opposto. I ritmi diventano infernali, ma i due portieri non si lasciano sorprendere.

Al 33' il Palermo ribalta la gara meritatamente: protagonista ancora una volta Rispoli, cross per Coronado dopo il velo di Nestorovski , palla di nuovo al bomber rosanero e botta imprendibile per Fiorillo.

L'articolo prosegue qui sotto

Nella ripresa il livello si alza ulteriormente, con il goal di Brugman a inizio tempo: Mazzotta trova la deviazione di Posavec, ma sulla respinta il portiere rosanero non può nulla sul sinistro dell'uruguagio. Spinta dal tifo dell'Adriatico la squadra di Zeman vola sulle ali dell'entusiasmo, ma Mancuso fallisce per due volte l'appuntamento con il goal, la prima delle quali causa fuorigioco.

Ma è un gara variegata e indecifrabile, in cui tutto può accadere: dal mancato 3-2 del Pescara all'annullamento del goal per Chochev, mentre una grande girata di Nestorovski è respinta da Fiorillo. Finisce in parità a Pescara, grande punto per il Palermo, delusione per Zeman.

 

Commenti ()