Parma-Milan 1-3: Pioli passa al Tardini, espulso Ibrahimovic
Milan celebrating Parma
Getty Images
Il Milan batte tre a uno il Parma ma, a dispetto del risultato, soffre più del dovuto dopo l'ingenua espulsione di Ibrahimovic.

Non senza soffrire, complice l'espulsione di Ibrahimovic, il Milan porta in cascina tre punti fondamentali per la zona Champions e per mettere un pizzico di pepe alle spalle dell'Inter. Battuto il Parma due a uno, con le reti di Rebic e Kessié. Solo l'illusione della rimonta per i crociati, con la firma di Gagliolo.

Il Milan vuole mettersi alle spalle il passo falso contro la Sampdoria, ed in generare un momento di appannamento; per questo entra in campo al Tardini con il piede giusto, come spesso succede fuori casa, voglioso di fare bene e di schiacciare il Parma, mantenendo il pallino del gioco. E ci riesce alla perfezione: dopo otto minuti trova il vantaggio Ante Rebic, servito da una grande giocata di Ibrahimovic. I crociati sono praticamente inesistenti, gli attaccanti non riescono a prendere mai la palla e Gervinho è solamente il cugino del giocatore degli anni passati. Così al 43' Kessié trova il raddoppio al termine di un'altra ottima azione corale da parte dei rossoneri; è il primo centrocampista del Milan ad andare in doppia cifra di reti in una singola stagione dopo le prime 30 partite di Serie A dai tempi di Kaká nel 2008/09.

Ma nel secondo tempo, quando tutto sembra far presagire ad una vittoria agevole del Milan, Zlatan Ibrahimovic si fa espellere per una protesta di troppo nei confronti dell'arbitro Maresca. Il Milan resta in dieci e il Parma ovviamente si fa ingolosire dalla situazione, attaccando con più spazi e convinzione, fino a trovare la rete di Gagliolo che dimezza lo svantaggio.

Nei minuti finali di partita il Milan prova a serrare in tutti i modi le fila davanti a Donnarumma, con una difesa a oltranza che, sfruttando anche degli attacchi non cinici e precisi del Parma, risulta efficace fino alla fine. Al 94' poi, con una prateria davanti a campo aperto, il nuovo entrato Rafael Leao chiude la partita con il tris, con un piatto destro di fronte a Sepe. Il Diavolo porta a casa tre punti pesanti come il piombo, consolidando il secondo posto e lanciando un messaggio a tutte le altre concorrenti per la Champions League.

IL TABELLINO E LE PAGELLE

Parma-Milan 1-3

Marcatori: 8' Rebic, 43' Kessié, 67' Gagliolo, 94' Leao

PARMA (4-3-3): Sepe 6; Conti 5.5 (85' Traore SV), Bani 5, Gagliolo 6, Pezzella  5.5 (74' Busi 6); Kucka 6, Kurtic 5.5, Hernani 5 (61'Grassi 5.5); Man 6, Pellè 5, Gervinho 5 (46' Cornelius 6). 

MILAN (4-2-3-1): Donnarumma 6.5; Kalulu 6 (78' Gabbia 6), Kjaer 6, Tomori 6.5, Hernandez 5.5; Bennacer 6 (72' Meite 6), Kessie 7; Saelemaekers 5.5 (72' Dalot 6.5), Calhanoglu 5.5 (78' Krunic 5.5), Rebic 7 (84' Leao 7); Ibrahimovic 4.

Ammoniti: Bani, Calhanoglu, Pezzella, Gagliolo, Kucka, Theo Hernandez, Kessié,

Espulsi: Ibrahimovic