Olympique Lione-Roma 4-2: Francesi incontenibili, giallorossi stanchi
Alexandre Lacazette Lyon Roma Europa League
Getty Images
Male la prima per la Roma. La squadra di Spalletti perde 4-2 in casa del Lione nell'andata degli ottavi di Europa League. Squadra apparsa stanca.

Il Lione stende la Roma , anche se per la qualificazione è tutto aperto, nella gara d'andata degli ottavi di Europa League. I francesi confermano il loro strapotere offensivo e rifilano quattro goal alla squadra di Spalletti, apparsa a corto di energie nel secondo tempo. In difesa lo squalificato Rudiger è stato rimpiazzato da Juan Jesus; Bruno Peres ed Emerson Palmieri a coprire le due fasce, mentre in attacco la solita coppia Nainggolan-Salah accompagna il bomber Dzeko. Il Lione conferma il suo offensivo 4-3-3, con Lacazette riferimento offensivo centrale e Ghezzal e Valbuena ai suoi lati. Resta fuori dall'undici titolare a sorpresa Fekir. 

La partita si gioca in mezzo allo spettacolo del "Parc Olympique Lyonnais", con la bolgia dei tifosi francesi che spingono ovviamente la squadra di casa. La Roma parte bene, collezionando anche due buone chance, ma grazie ad un calcio piazzato il Lione trova il vantaggio con Diakhaby. Gli uomini di Luciano Spalletti però non ci stanno e danno seguito a quanto di buono fatto inzialmente, trovano subitodue goal, prima con Salah e poi con Fazio, che mettono nuovamente in chiaro le loro intenzioni.

I ritmi del match sono sempre molto alti e vivaci, con le due squadre che si affrontano a viso aperto, anche a rischio di scoprire le difese. In avvio di ripresa è "l'uomo mercato" Tolisso a trovare il pareggio con un gran destro, mentre la Roma cala visibilmente dal punto di vista fisico. Genesio capisce il momento e si gioca i suoi carichi dalla panchina. E' proprio uno di questi, Fekir, a regalare la vittoria al Lione con un gran goal. Nel finale chiude i conti una perla di Lacazette, autore di una partita da vero attaccante moderno. Roma sulle gambe.

I GOAL

8' DIAKHABY 1-0 - Sugli sviluppi di un calcio piazzato dalla destra di Valbuena, Rafael la spizza di testa sul secondo palo, dove Diakhaby si fa trovare pronto ed insacca il pallone quasi a porta vuota. Il Lione si conferma una squadra specialista delle situazioni da fermo, grazie soprattutto al piede liftato di Valbuena.

20' SALAH 1-1 - Un retropassaggio del Lione mette in difficoltà Diakhaby, che scivola e non controlla il pallone. La sfera arriva al giocatore più veloce della Roma, Salah: l'egiziano brucia tutti e con un tocco di sinistro beffa Lopes per il pareggio sull'uno a uno.

33' FAZIO 1-2 - Dopo un calcio d'angolo ribattuto dal Lione, la palla arriva nuovamente a De Rossi sulla destra, il suo cross è calibrato perfettamente per lo stacco imperioso di Fazio, che non lascia scampo all'estremo difensore de Lione. Difesa, quella francese, tutt'altro che posizionata bene.

47' TOLISSO 2-2 - Palleggio stretto e veloce sui venti metri per il Lione. Lacazette serve un bel pallone sull'inserimento a Tolisso, che conta i passi e di destro tira una botta angolata verso la porta di Alisson. Il brasiliano, forse, poteva comunque arrivare a respingere la sfera.

74' FEKIR 3-2 - Appena entrato in campo, Fekir prende palla in area di rigore, lascia sul posto sia Fazio che Juan Jesus, e pennella il suo classico sinistro a giro alle spalle di Alisson. Cambio perfettamente indovinato quello di Bruno Genesio.

92' LACAZETTE 4-2 - Il bomber francese stoppa la palla sui 20 metri e scarica un bolide incredibile all'angolino alla destra di Alisson. Palla leggermente deviata anche da Cornet.

I MIGLIORI

LIONE:  LACAZETTE

Per indicare il migliore in campo del Lione c'è l'imbarazzo della scelta. Ma per completezza di prestazione, tra sacrificio ed incisività, il nostro prescelto è Lacazette. Vero e proprio 'tuttocampista', nonostante il suo ruolo naturale di punta, si rende anche protagonista di una pregevole rete per il finale 4-2.

ROMA: SALAH

Come spesso accade, Salah è l'uomo in più della Roma, quello con caratteristiche nettamente differenti dagli altri. I suoi compagni sanno di poterlo servire in qualsiasi modo, perché con la sua velocità arriva ovunque. In una serata negativa per Dzeko, lui regge da solo il peso dell'attacco.

I PEGGIORI

LIONE: DIAKHABY

L'articolo prosegue qui sotto

Nonostante il goal del vantaggio, trovato su calcio piazzato, è l'uomo più in difficoltà nella fase difensiva del Lione. Suo il regalo nel goal di Salah e disattento anche nel colpo di testa di Fazio. La Roma prova a puntarlo continuamente, ma con il passare dei minuti acquista sicurezza.

ROMA: BRUNO PERES

In generale non gioca una cattiva partita il brasiliano, ma il Lione sfonda quasi sempre dalla sua parte, con gli inserimenti di Morel e Valbuena. Anche per colpa dei compagni che lo lasciano spesso isolato. Fa valere comunque la sua classica spinta e velocità almeno per quanto riguarda la fase offensiva.

Commenti ()