Napoli-Juventus 1-0: Insigne sfata il tabù e stende Madama dal dischetto
Lorenzo Insigne Napoli Juventus
Getty Images
Insigne riscatta l'errore in Supercoppa, trovando il primo goal su rigore contro la Juve: vittoria di misura e Napoli che scaccia la crisi.

Il Napoli scaccia la crisi. Juve battuta 1-0 nel modo più 'assurdo', ossia con un rigore di Lorenzo Insigne. Il capitano azzurro riscatta l'errore in Supercoppa sfatando il tabù che lo vedeva aver sempre fallito dal dischetto contro Madama, raggiungendo i 100 goal con la maglia partenopea e riportando il sorriso sul volto di Gattuso.

Ringhio fa 'all-in' schierando Politano, Insigne e Lozano dietro Osimhen, con Zielinski mediano. Ospina si fa male nel riscaldamento: tra i pali Meret. Difesa obbligata con la coppia centrale Rrahmani-Maksimovic. Pirlo lascia in panchina Bonucci e McKennie e propone De Ligt e Bernardeschi dal 1'. Morata la spunta su Kulusevski come spalla di CR7.

Se la prima mezz'ora offre poco o nulla, con entrambe le squadre impegnate a costruire dal basso e imbrigliate dai rispettivi scacchieri tattici, alla mezz'ora il match si accende. Manata in area di Chiellini a Rrahmani, punita da Doveri (con ausilio della VAR) col rigore: dal dischetto, Insigne stavolta non sbaglia.

Lorenzo Insigne Napoli Juventus

La Juventus fatica a imbastire una reazione adeguata, si allunga e concede spazi per le ripartenze del Napoli: l'unico squillo è un tiro a giro fuori misura di Chiesa, che fa calare il sipario sui primi 45'.

Juve che invece inizia la ripresa in modo arrembante pur senza Cuadrado, ko e sostituito all'intervallo: Morata spaventa Meret, poi prodigioso sul tap-in da due passi di Cristiano Ronaldo dentro l'area piccola e presente pochi minuti più tardi su Chiesa.

Gattuso inserisce Elmas e Fabian Ruiz per Zielinski e Politano, Madama - dentro McKennie al posto di Bernardeschi - spinge a caccia del pari: CR7 non arriva in spaccata sul diagonale di Alex Sandro, Pirlo si gioca la carta Kulusevski nei 20' conclusivi.

L'assalto bianconero incoccia sul muro eretto dal Napoli: di Chiesa, a 5' dal termine, la chance più grossa prodotta dalla Juve, mentre Morata trova la porta sbarrata ancora da un super Meret. Gli azzurri conservano il minimo vantaggio, portando a casa una vittoria prestigiosa quanto pesante nella rincorsa al vertice. Per Ronaldo e soci, un brusco stop al momento felice.

IL TABELLINO E LE PAGELLE

NAPOLI-JUVENTUS 1-0

MARCATORI: 31' rig. Insigne

NAPOLI (4-2-3-1): Meret 7,5; Di Lorenzo 5,5, Rrahmani 7, Maksimovic 6,5, Mario Rui 6,5; Bakayoko 6, Zielinski 5,5 (64' Elmas 5); Politano 6 (74' Fabian Ruiz 6), Insigne 7 (88' Lobotka sv), Lozano 6,5; Osimhen 5 (75' Petagna sv). All. Gattuso.

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny 6; Cuadrado 5,5 (46' Alex Sandro 6), De Ligt 6, Chiellini 4,5, Danilo 6; Bernardeschi 5 (63' McKennie 5,5), Bentancur 5,5 (72' Kulusevski 5), Rabiot 6, Chiesa 6; Morata 5, C. Ronaldo 5. All. Pirlo.

Arbitro: Doveri

Ammoniti: Di Lorenzo (N), Chiellini (J), Cuadrado (J), Bakayoko (N), Rabiot (J)

Espulsi: nessuno