Lazio-Torino 3-1: Immobile, Keita e Anderson rispondono all'Inter
La Lazio si riappropria del 4° posto in classifica in virtù del 3-1 al Torino: Immobile neutralizzato da Lopez, ma si scatenano Keita e Anderson.

Operazione controsorpasso riuscita. La Lazio si riappropria del 4° posto in classifica, rispondendo al sonoro 7-1 rifilato dall'Inter all'Atalanta. Contro il Torino , che si conferma impalpabile quando gioca lontano da casa, serve una reazione da grande squadra, per non perdere di vista anche il terzo posto. Inzaghi avanza Milinkovic-Savic sulla trequarti, con Keita che si accomoda ancora una volta in panchina. In campo c'è Lulic. Mihajlovic regala una possibilità a Iturbe e rinuncia a Iago Falque.

Dal sesto e dal quinto attacco del campionato ci si aspetterebbe certamente una partita più avvincente e ricca di emozioni. Ed invece, se da una parte la Lazio ottempera al suo compito, dall'altra, del Torino non si può dire la stessa cosa. I granata non rispecchiano affatto l'animo guerriero del proprio allenatore, limitadosi a contenere le iniziative dei padroni di casa. Belotti viene lasciato a sè stesso, al contrario di un Immobile che viene servito e riverito dai compagni.

Non è un caso che la personale sfida tra i due bomber della Nazionale italiana se l'aggiudica il biancoceleste, anche se con l'aiuto decisivo della difesa granata. Partita in discesa? Neanche per sogno. Il Torino risponde, anche se non con il solito Belotti. E' la zuccata di Maxi Lopez a sapere di beffa. Sapore che, fortunatamente per i biancocelesti, dura poco. Keita prima e Anderson nel finale fanno volare la Lazio sulle ali dell'entusiasmo.

I GOAL

56' Immobile 1-0 - Sull'ennesima sortita dalla destra, Basta riesce a mettere in mezzo dove Moretti tocca quel tanto che basta per mettere fuori causa Hart ma non Immobile che, a porta sguarnita, non ha problemi a gonfiare la rete.

72' Maxi Lopez 1-1 - Sul calcio di punizione pennellato di Iturbe, Maxi Lopez svetta di testa e, anticipando Milinkovic-Savic, tocca quel tanto che basta per freddare Strakosha.

87' Keita 2-1 - Sortita offensiva sulla sinistra di Lukaku che serve l'accorrente Keita: l'attaccante ha il tempo di prendere la mira e lasciar partire una conclusione di grande precisione a giro sulla quale nulla può Hart.

90' Anderson 3-1 - Felipe Anderson approfitta dello sbilanciamento in avanti del Torino per partire in contropiede e folgorare Hart una volta entrato in area di rigore.

I MIGLIORI

LAZIO: KEITA

Inzaghi ha ragione: quando entra a gara in corso, Keita spacca la partita. Legge che si conferma anche questa sera, quando fa valere una maggiore freschezza atletica rispetto agli avversari. Il goal è un mix di precisione e cattiveria.

TORINO: MAXI LOPEZ

All'attaccante argentino bastano pochi minuti per ripagare la fiducia di Mihajovic con un goal che rischia di costare caro alla Lazio. In generale, il suo ingresso regala peso al reparto offensivo.

I PEGGIORI

LAZIO: PAROLO

L'articolo prosegue qui sotto

La sua prova non può considerarsi insufficiente, ma rispetto ai compagni di squadra ha sulla coscienza la grande occasione fallita a pochi passi dalla porta. Occasione che se realizzata avrebbe reso meno problematica la serata alla squadra.

TORINO: LJAJIC

Ljajic non conosce vie di mezzo: o regala spettacolo o lascia la squadra in inferiorità numerica. Questa sera vince la seconda opzione ed infatti è il primo ad essere richiamato in panchina da Mihajlovic.

Commenti ()