Lazio-Benevento 5-3: Immobile protagonista, festival del goal all'Olimpico
Immobile Schiattarella Lazio Benevento
Getty
Quinto successo di fila per la Lazio che porta a casa il massimo contro il Benevento: 5-3 nella pioggia dell'Olimpico.

Quinta vittoria consecutiva in campionato per la Lazio che, con una gara ancora da recuperare, torna ad iscriversi alla corsa per un posto nella prossima Champions League: pirotecnico 5-3 rifilato al Benevento e caratterizzato da tanti episodi da moviola che hanno infiammato l'Olimpico.

Il grande protagonista è Immobile, nel bene e nel male: quando colpisce il palo al volo e quando propizia la rete del vantaggio, costringendo Depaoli ad una sfortunata deviazione nella sua porta. Il 2-0, però, è tutto suo: tocco delizioso a superare Montipò e goal numero 150 in Serie A. Ma lo spietato Ciro dimostra di avere anche un cuore d'oro quando lascia il rigore del 3-0 a Correa, atterrato dal portiere sannita: il 'Tucu' lo spiazza con estrema lucidità. Sul finale di frazione è Sau a ridare speranza a Pippo Inzaghi con un destro a giro imparabile per Reina.

Speranza affossata in avvio di ripresa da un'altra carambola sfavorevole al Benevento: quello di Correa è un passaggio in mezzo all'area che Montipò ricaccia oltre la linea di porta nel tentativo di respinta. Sull'Olimpico si scatena un violento temporale, concentrato in particolare nei pressi della porta giallorossa: Gaich colpisce nelle parti basse Milinkovic-Savic in area e Ghersini concede il rigore con l'ausilio del VAR; stavolta è Immobile a presentarsi sul dischetto, ma la sua conclusione è preda di Montipò che si supera anche su Fares.

Il terzo penalty di giornata è frutto di una trattenuta di Marusic su Ionita: Viola è freddo e non sbaglia. Il Benevento inizia a credere nella clamorosa rimonta e trova anche il terzo sigillo con un colpo di testa di Lapadula, annullato per una leggera spinta di Caldirola ai danni di Immobile. Ma il forcing ospite è costante e obbliga la Lazio a chiudersi: Reina vola sulla botta di Depaoli ma deve inchinarsi all'incornata di Glik che mette del pepe sul match a pochi minuti dalla fine. Proprio allo scadere, è Immobile a siglare la personale doppietta in contropiede sfruttando il baricentro alto dei campani, tutti sbilanciati in avanti a caccia del pari.

IL TABELLINO E LE PAGELLE

LAZIO-BENEVENTO 5-3

Marcatori: 10' aut. Depaoli (L), 20', 96' Immobile (L), 37' rig. Correa (L), 45' Sau (B), 48' aut. Montipò (L), 63' Viola (B), 85' Glik (B)

LAZIO (3-5-2): Reina 6; Marusic 5, Acerbi 5.5, Radu 5.5; Lazzari 6, Milinkovic-Savic 7, Leiva 6 (56' Parolo 6.5), Luis Alberto 6.5 (70' Akpa-Akpro 6, 88' Hoedt sv), Fares 6.5 (57' Lulic 5.5); Correa 7 (70' Muriqi 6), Immobile 7. All. Farris (in sostituzione di Simone Inzaghi)

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò 6; Depaoli 5.5, Glik 5.5, Barba 5, Letizia 5.5 (57' Caldirola 5.5); Schiattarella 5.5 (57' Viola 7.5), Ionita 6 (78' Iago Falque 6), Improta 5.5; Sau 7 (46' Dabo 5.5), Insigne 6; Gaich 4.5 (57' Lapadula 6). All. Filippo Inzaghi

Arbitro: Ghersini

Ammoniti: Montipò (B), Schiattarella (B), Glik (B), Akpa-Akpro (L), Parolo (L)

Espulsi: nessuno