Juventus-Bologna 1-1: Vlahovic risponde ad Arnautovic all’ultimo respiro
Dusan Vlahovic Juventus Bologna Serie A
Getty
Arnautovic illude il Bologna, Vlahovic evita la sconfitta alla Juventus in un finale in cui succede di tutto: VAR ed espulsi sia Soumaoro che Medel.

La Juventus impatta in casa con il Bologna. Una partita infinita, incredibile, iniziata prima del fischio di inizio con il ritorno di Alessandro Del Piero – acclamato a suon di decibel dal popolo bianconero – all’Allianz Stadium. Una gara, una fotografia perfetta della Vecchia Signora in formato stagionale. Tre evidenti limiti strutturali e poca incisività sotto-porta. In parole povere, nulla di nuovo. E se alla Roma riuscisse il blitz a Napoli…

Allegri, alle prese con un’emergenza impattante legata al centrocampo, deve fare di necessità virtù. In soldoni, out Locatelli, Arthur, McKennie, con Zakaria e Miretti non al top. Spazio a un ibrido 4-2-3-1. Szczesny tra i pali. De Sciglio, De Ligt, Chiellini e Pellegrini in difesa. Danilo in cabina di regia supportato da Rabiot. Fronte offensivo a tutta qualità formato da Cuadrado, Dybala e Morata alle spalle di Vlahovic.

Abbondanza pura per Mihajlovic, che può contare sull’intera rosa a disposizione eccezion fatta per Kingsley. Avanti con il 3-5-2. Skorupski in porta. Soumaoro, Medel e Theate nei tre dietro. Hickey, Svanberg, Schouten, Soriano e Dijks nella linea metodista. Orsolini e Arnautovic in avanti.

Nel primo tempo la Juventus non centra mai lo specchio della porta: Vlahovic di testa sfiora il palo lontano, Dybala ci prova su punizione, mentre Danilo con un diagonale non sufficientemente preciso spaventa la retroguardia

rossoblù. Tre tentativi, ma che non sfociano la produttività. Blitz sporadici della formazione felsinea in zona Szczesny, con Orsolini (tiro sballato) e Svanberg in prima linea. Insomma, lato A del match piuttosto noioso.

Nella ripresa, in avvio, è Arnautovic a sfiorare il vantaggio dall’area piccola. Così come, pochi istanti dopo, è Rabiot a non impattare clamorosamente da due passi. Il Bologna preme e, per l’appunto, sfonda: Soriano pesca in area Arnautovic che si inserisce, scarta Szczesny e sigla il vantaggio rossoblù. Madama prova a reagire e colpisce il palo con Danilo dagli sviluppi di un corner. Nel finale succede di tutto: Morata viene steso poco fuori dall’area di rigore dopo un contropiede, riprende palla Cuadrado che a porta vuota colpisce la traversa. Var protagonista, cartellino rosso per Soumaoro e, per proteste, anche per Medel. Morale della favola? La Juve

pareggia nel cuore del recupero: acrobazia di Morata, zuccata di Vlahovic. Da valutare, infine, il problema patito da De Ligt.

IL TABELLINO E LE PAGELLE

JUVENTUS-BOLOGNA 1-1

MARCATORI: 52’ Arnautovic, 95’ Vlahovic

JUVENTUS (4-2-3-1): Szczesny 6; De Sciglio 5 (86’ Kean s.v.), De Ligt 5.5 (59’ Bonucci 5.5), Chiellini 5 (74’ Alex Sandro 5.5), Pellegrini 6 (59’ Zakaria 5.5); Danilo 6.5, Rabiot 5.5; Cuadrado 4.5, Dybala 5 (59’ Bernardeschi 5), Morata 6; Vlahovic 6. All. Allegri

BOLOGNA (3-5-2): Skorupski 6; Soumaoro 5.5, Medel 5.5, Theate 7; Hickey 6.5, Soriano 7 (74’ Kasius s.v.) (87’ Dominguez s.v.), Schouten 6, Svanberg 6 (74’ Aebischer 6), Dijks 6; Orsolini 5.5 (86’ Bonifazi s.v.), Arnautovic 7 (65’ Barrow 6). All. Tanjga

Arbitro: Sacchi

Ammoniti: Cuadrado (J), Theate, Svanberg, Arnautovic (B)

L'articolo prosegue qui sotto

Espulsi: Soumaoro (B), Medel (B)