Fiorentina-Atalanta 2-3: show al Franchi, Ilicic espugna Firenze
Duvan Zapata celebrating Fiorentina Atalanta Serie A
Getty
Doppietta di Zapata e Vlahovic, poi il rigore del neo-entrato Ilicic per decidere la sfida: Dea saldamente in zona Champions.

Sull'asse Malinovskyi-Zapata l'Atalanta risponde ai successi delle altre big, dalla Juventus alla Lazio, passando per la Roma, rimanendo aggrappata alla possibilità di qualificarsi ancora una volta in Champions League. A Firenze, successo della Dea contro la Fiorentina per 3-2.

Iachini ha puntato a sorpresa su Kouamè al fianco di Vlahovic, con Amrabat in mezzo e Martinez quarta come terzo di difesa. Dall'altra parte Pasalic con De Roon e Freuler, mentre sulla trequarti spazio per Malinovskyi alle spalle di Zapata e Muriel.

Se per la sfida contro la Fiorentina non è stato protagonista assoluto Muriel, non si può dire lo stesso per i compagni di reparto. Zapata ha deciso la gara con una doppietta nella prima frazione, mentre Malinovskyi è stato il mezzo con cui le due reti dell'Atalanta hanno portato al successo.

Per la Viola i più pericolosi attacchi sono arrivati come di consueto dal lanciatissimo Vlahovic, infermabile durante questo 2021: sue le reti che hanno ridato speranza alla Fiorentina nel secondo tempo, senza però portare ad un pareggio per avvicinare quota quaranta.

Atalanta padrona del gioco sin dalle prime battute e in rete con Zapata al 13': corne dalla destra di Malinovskyi e stacco imperioso di Zapata a battere Dragowski. Colpita a freddo, la Fiorentina non è più riuscita a reagire, mentre gli ospiti hanno sfiorato la rete con Gosens prima e con lo scatenato Zapata poi, fermato solo dall'intervento miracoloso di Dragowski.

Il colombiano però è una furia e Dragowski non può nulla nel lungo periodo: altro assist geniale di Malinovskyi, stavolta un filtrante su cui Zapata si avventa senza lasciare scampo al portiere della Fiorentina in uscita bassa.

Nella ripresa Gasperini sostituisce Romero già ammonito (e squalificato per la gara contro la Juventus causa diffida). Iachini non cambia e pian piano la Fiorentina, con calma e perseveranza, si fa spazio, trovando il goal con Vlahovic alla prima vera occasione: il bomber viola per Biraghi, palla a Caceres, sponda e conclusione vincente del 21enne serbo, deciso ad arrivare a quota venti in campionato.

Gasperini punta su Ilicic, ma è Vlahovic a rappresentare ancora l'emblema della furia: disattenzione difensiva dell'Atalanta, contropiede di Kouame per il collega di reparto e pari a sorpresa. Che dura pochissimo, vista l'ingenuità di Martinez Quarta su Ilicic: rigore e goal dagli undici metri per il nuovo vantaggio, definitivo.

IL TABELLINO E LE PAGELLE

FIORENTINA-ATALANTA 2-3

MARCATORI: 13' e 40' Zapata (A), 57' e 66' Vlahovic (F), 70' Ilicic (A)

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski 6.5; Milenkovic 5.5, Pezzella 5, Quarta 4.5 (77' Venuti sv); Caceres 6, Bonaventura 5.5 (77' Callejon sv), Amrabat 5 (71' Borja Valero 6), Castrovilli 5.5  (71' Eysseric 6), Biraghi 6; Kouamé 6.5, Vlahovic 8.

ATALANTA (4-3-1-2): Gollini 6; Toloi 6, Palomino 6, Romero 5 (46' Djimsiti 5), Gosens 6; Freuler 6, De Roon 6, Pasalic 6; Malinovskyi 7.5 (64' Ilicic 7); Muriel 5 (64' Maehle 6), Zapata 8 (86' Miranchuk sv).

Arbitro: Sacchi

Ammoniti: Romero (A), Pezzella (F), Amrabat (F), Milenkovic (F)

Espulsi: Nessuno